I dieci migliori giocattoli per bambini prodotti dalle fabbriche di armi russe

Aleksej Sukhorukov/Sputnik
Per una stranezza della produzione sovietica, alcune delle principali aziende del comparto difesa, oltre a missili, carri armati, caccia e polvere da sparo producono o hanno prodotto bambole, macchinine, palline…

Dagli anni Sessanta, la Lípetskij Tráktornyj Zavód, la Fabbrica di Trattori di Lipetsk, oltre ai telai per i sistemi missilistici antiaerei, produce automobiline giocattolo caratterizzate da un alto grado di realismo. In particolare, l’azienda produceva modellini di mezzi d’opera con cassone reclinabile, esteriormente somiglianti ai veicoli ZIS-151 e ZIL-130. Potevate vederli in ogni cortile sovietico dove i bambini giocavano con la sabbia, e una parte significativa degli “esemplari” è ancora conservata in buone condizioni negli scaffali di tutto il Paese.

I soldatini di metallo più popolari di epoca sovietica venivano prodotti dalla Túlskij Patrónnyj Zavód, la Fabbrica di proiettili di Tula, che ancora oggi è uno dei maggiori produttori di munizioni in Russia.

La FSUE “Zvezda” di Ostashkov (l’azienda è oggi parte di Rostec) era impegnata nella produzione di animali giocattolo imbottiti di peluche (il giocattolo più comune prodotto da “Zvezda” era un morbido cagnolino elettromeccanico).

La Brjanskij avtomobilnyj zavod, la Fabbrica automobilistica di Brjansk (attualmente parte della società Almaz-Antey, che produce i sistemi di difesa aerea S-400 e S-500) produceva veicoli corazzati e soldatini giocattolo che avevano quasi tutti i ragazzi sovietici.

LEGGI ANCHE: I tre più grandi affari della Russia nell’esportazione di armi nel XXI secolo 

La VASO, la Società aeronautica di Voronezh (ora parte della United Aircraft Corporation della società statale “Rostec”) produceva giocattoli in celluloide, tra cui figure di animali e personaggi fiabeschi. I personaggi più popolari erano quelli dei racconti popolari russi e le bambole di plastica.

L’azienda di Cheboksary “Technodinamika” (parte di Rostec) produce protezioni acustiche per sottomarini e palline di gomma per bambini dal 1960. In varie epoche, l’impianto ha persino esportato i suoi prodotti in Inghilterra, Germania, Australia, Arabia, Kuwait e Mongolia.

Un’altra importante compagnia del comparto Difesa, Uralvagonzavod (parte di Rostec) è nota per i suoi carri armati e veicoli blindati. Dalle sue catene di montaggio escono i più moderni carri armati russi, come il T-90 e il T-14 “Armata”. È davvero sorprendente che lo stabilimento meccanico Volchanskij, che fa parte della sua struttura, produca anche case per le bambole in legno, tavoli da gioco e mobilia per bambini, oltre ai prodotti per la Difesa.

LEGGI ANCHE: I quattro migliori carri armati dell’esercito russo attualmente in servizio 

Dagli anni Sessanta, la Tambovskij Porokhovoj Zavod, la Fabbrica di polvere da sparo di Tambov, produce meravigliosi giocattoli “nevaljashka”, ossia dei misirizzi che tornano sempre in piedi.

Oggi, la fabbrica di polvere da sparo di Tambov produce un’intera gamma di giocattoli misirizzi, tra cui lepri e pupazzi di neve, scoiattoli, orsi, coccodrilli, cuccioli di tigre e anatroccoli. Vengono prodotte anche bambole con occhi ammiccanti. Come parte di una recente serie limitata, gli artisti della fabbrica dipingono a mano giocattoli con motivi negli stili tradizionali russi di khokhloma, gzhel o nello stile della pittura uralo-siberiana.

C’è anche un misirizzi del “Lupo Zabivaka”, mascotte del Campionato del Mondo di calcio del 2018, e uno chiamato “Vezhlivaja Masha”, con mimetica verde, la stella dell’esercito russo e i galloni.


LEGGI ANCHE: Con quali giocattoli si divertivano i bambini dei contadini russi del passato? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie