Come ottenere la cittadinanza russa: la guida completa

Legion Media
Tutto quello che dovete sapere se volete richiedere il passaporto della Federazione

Il processo per ottenere il passaporto russo è diventato più facile: la nuova legge firmata dal presidente Vladimir Putin alleggerisce i requisiti di un iter fino a prima ben più complesso: si tratta di un ulteriore passo in avanti per semplificare il percorso di naturalizzazione di molti cittadini stranieri. Per altri, però, il passaporto russo continua a essere un sogno piuttosto irraggiungibile. 

Perché molta gente sogna il passaporto russo?

Secondo il Ministero russo degli Affari Interni, nel 2019 circa 500.000 stranieri sono stati naturalizzati come cittadini russi. Per la Federazione, si tratta di un enorme balzo in avanti rispetto agli anni precedenti: nel 2017 il paese aveva ammesso solo 265.319 nuovi cittadini. Quasi la metà.

Negli ultimi anni sono state diverse le celebrities internazionali che hanno ricevuto il passaporto russo: fra loro, l'attore americano Steven Seagal, l’attore francese Gérard Depardieu e il calciatore brasiliano Mario Fernandes, solo per citarne alcuni. Il documento prometteva loro nuove opportunità di carriera, tasse più basse e una notevole pubblicità all'interno e all'esterno della Federazione.

Le persone comuni, invece, si trasferiscono in Russia soprattutto per motivi economici, familiari e lavorativi.

Chi ha diritto a ottenere il passaporto russo?

La prima cosa che devono chiedersi coloro che desiderano acquisire la cittadinanza russa è se si possiedono o meno dei legami (storici e culturali) con questo paese, e se si hanno dei parenti cittadini della Federazione. 

Per esempio, quando l'Unione Sovietica è crollata, nel 1991, molte persone di etnia russa sono diventate cittadini di 15 paesi diversi per “volontà del destino”. Nel 2006 le autorità russe hanno avviato un programma statale volto a facilitare il ritorno dei cosiddetti "compatrioti che vivono all'estero", vale a dire persone di lingua russa legate alla Russia culturalmente e storicamente.

In alcune circostanze, alcuni richiedenti possono acquisire il passaporto in un anno, ottenere il rimborso delle spese per il trasferimento in Russia e ricevere una somma di denaro (fino all'equivalente di 3.350 dollari); chi accetta il sussidio, però, dovrà vivere in una determinata regione per un certo numero di anni prima di potersi trasferire altrove.

La maggior parte delle persone che hanno i requisiti per accedere a questo programma provengono da Ucraina, Kazakhstan, Bielorussia e Moldavia. Ma cosa succede se il passaporto viene richiesto da una persona che non è etnicamente russa e non ha un background storico e culturale vicino a quella della Russia?

La ricerca di un coniuge

La situazione infatti è ben più complessa per i cittadini dei paesi europei, degli Stati Uniti, o di qualsiasi altro paese che non abbia fatto parte dell'ex Unione Sovietica: in casi come questi, i richiedenti devono trovare una ragione sostanziale che giustifichi il loro desiderio di diventare russi. Così come avviene in molti altri paesi, i coniugi, i figli e i genitori con cittadinanza russa risultano l'unica opzione per una persona che desidera diventare russa. 

Le novità introdotte dalla nuova legge riguardano soprattutto i cittadini stranieri sposati con un russo o una russa: in precedenza, infatti, dovevano trascorrere almeno tre anni di matrimonio prima di poter richiedere la cittadinanza; da luglio 2020, il periodo sarà ridotto a un solo anno.

Anche un figlio nato in Russia da un matrimonio con un coniuge russo consente al richiedente di accorciare nettamente le tempistiche; al bambino, inoltre, verrà concessa la cittadinanza russa automaticamente alla nascita.

A molti sarà comunque richiesto un permesso di soggiorno temporaneo e poi uno permanente, prima di poter procedere con la richiesta di cittadinanza.

Come fare se non si hanno parenti russi?

Se una persona non possiede i requisiti sopraelencati per accedere all’iter semplificato, dovrà sottostare ai seguenti criteri:

- Dal momento dell’acquisizione del permesso di soggiorno, deve aver risieduto almeno cinque anni nel territorio russo

- Deve avere una fonte di reddito legale

- Non deve avere precedenti penali in Russia e rispettare le leggi del paese

- Deve parlare russo

Vladimir Starinskij, managing partner dello studio legale Starinsky, Korchago e Partners, suggerisce di affidarsi a degli specialisti per la gestione delle pratiche burocratiche. “Se alcuni dei documenti non sono conformi ai requisiti russi, sono stati preparati in modo errato o mancano alcuni allegati, la pratica rischia di essere respinta”. 

Casi eccezionali 

In alcuni casi, gli stranieri non sono costretti ad aspettare cinque anni prima di inoltrare la richiesta: alcune categorie possono avanzare la domanda dopo un solo anno di residenza in Russia con il permesso di soggiorno. Ciò vale per i seguenti casi:

  • Il cittadino straniero ha conseguito risultati eccezionali nel campo della scienza, della tecnologia o della cultura
  • Possiede una qualifica professionale molto richiesta in Russia
  • Ha ricevuto asilo politico in Russia
  • È un rifugiato così come definito dalla legge russa

Anche i proprietari di grandi imprese, gli investitori e gli stranieri che prestano servizio nell'esercito russo con un contratto possono contare su un processo di naturalizzazione semplificato.

Il modo migliore per essere sempre aggiornati su come richiedere la cittadinanza russa è consultando il sito ufficiale del Ministero russo dell’Interno, a questo link (in russo). Coloro che vivono all'estero, possono consultare il Consolato russo nel proprio paese di residenza. 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie