“Putin ha liberato 800 leoni per far stare i russi a casa”; la battuta fa il giro del mondo

Kremlin Pool/Global Look Press, Alexas_Fotos/Pixabay
A farla un comico pachistano che in poche ore ha avuto migliaia di retweet e di like. E ha anche suscitato preoccupazione in qualche credulone…

“Vladimir Putin ha liberato 800 tra tigri e leoni in tutto il Paese per spingere le persone a rimanere a casa. State al sicuro!!”

Questo messaggio, che descrive i metodi altamente efficaci del governo russo per contenere l’epidemia di coronavirus costringendo le persone a rimanere a casa, è apparso su Twitter il 22 marzo e da allora è stato ritwittato 13 mila volte e ha avuto circa 25 mila “Mi piace” (numeri in continua crescita).

Nei commenti, le persone si chiedono: ma è vero?

L’autore del post, l’attore e comico pachistano Nasir Chinyoti, ha allegato la schermata di un tg che raffigura un Putin dall’aspetto feroce e un leone che passeggia per le strade di una città non identificata, fatta passare per la Russia (in realtà, è Johannesburg, in Sudafrica).

Indipendentemente dalla sua autenticità, per alcune persone, le misura spietate sono l’unica ragione per cui l’epidemia di coronavirus non è così mortale in Russia come in altri Paesi (al 23 marzo i casi di infezione sono 438, con 17 persone già guarite e zero morti).

“SELVAGGIO ma efficace al 100%”, ha scritto un utente.

“Almeno lo sta facendo per il suo popolo, perché gliene importa, ma i leoni non avranno il coronavirus?”, ha chiesto un altro utente.

“La decisione migliore finora. Ben fatto, Putin!, ha applaudito un altro.

“Questo è il metodo giusto”, ha approvato un utente Twitter di nome @babyhippos.

Insieme alla storia dei leoni, Nasir Chinyoti ha diffuso l’altra battuta che ha fatto il giro del mondo: il fatto che Putin abbia offerto ai russi due opzioni, o rimanere a casa per due settimane o andare in prigione per cinque anni. Sia l’una che l’altra fake potrebbero aver effettivamente convinto alcuni russi particolarmente creduloni a rimanere a casa, durante l’epidemia di coronavirus, visto che in giro si è cominciata a vedere finalmente meno gente.

In ogni caso, diciamo che nell’attuale clima di paura del contagio e di necessità di maggiore distanziamento sociale, in fondo, i fini giustificano i mezzi.

È difficile dire, tuttavia, quanti russi abbiano potuto credere al comico pachistano. Dove trovare così tanti leoni in Russia? Putin avrebbe probabilmente optato per gli orsi bruni, che sono molti di più nel Paese!


Dalla Russia con amore: già arrivati in Italia gli aiuti promessi da Putin contro il coronavirus 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie