I meme che hanno fatto ridere la Russia nel 2019

Aleksandr Kaynov
In attesa di quello che diventerà virale online nell’anno appena iniziato, facciamo un ripasso di quello con cui si sono divertiti i russi nei dodici mesi scorsi

La storia d’amore tra Delivery Club e Yandex.Eda

Quest’anno l’amore ha rotto un altro confine: un giovane che lavora per un’azienda di consegna di cibo si è innamorato di una ragazza che lavora per l’azienda di delivery concorrente.

Quando la foto, scattata a Novosibirsk, di questi moderni “Romeo e Giulietta” russi è diventata virale, le aziende concorrenti hanno deciso per una volta di collaborare e hanno mandato gli innamorati in viaggio premio a Parigi, con tanto di visita a Disneyland e cena in un ristorante stellato Michelin. L’amore conquista tutti! Qui potete leggere più dettagli.

Tetris Challenge

I russi hanno colto al volo la sfida virale internazionale del Tetris Challenge, lanciato da due poliziotti svizzeri a inizio settembre: disporre gli oggetti (e se stessi) in modo che una foto dall’alto risulti geometricamente piacevole. Tra i partecipanti più bravi ci sono stati un dipartimento di polizia, dei vigili del fuoco e una squadra di hockey su ghiaccio.

Sergej Lazarev all’Eurovision

Ti senti triste? Molto triste? Di sicuro non sei triste al 100% come il cantante russo Sergej Lazarev, che ha portato la “tristezza” a un livello completamente nuovo con la sua esibizione al concorso di internazionale Eurovision di quest’anno.

Quentin Tarantino in Russia

No, questo non è un signore di Vladivostok in gita a Mosca, è Quentin Tarantino, quello vero! Solo che sembra uno finito al Cremlino per caso. Ma chi se ne frega, le immagini di lui in un malandato appartamento russo di Cheljabinsk non hanno prezzo!

Storm Area 51

Il 20 settembre si è svolto negli Stati Uniti un evento Facebook dal nome “Storm Area 51, They Can’t Stop All of Us” (“Attacchiamo Area 51, non possono fermarci tutti”). Area 51 è la zona proibita per motivi militari nel deserto del Nevada, che la grande segretezza ha negli anni trasformato in un polarizzatore di teorie del complotto e ufologiche. Al raid vero (una manifestazione piuttosto pacifica) hanno partecipato in realtà poco più di duemila persone. Ma tanti russi hanno dato il loro sostegno a distanza…

Il gatto grasso vs. Aeroflot

Dicono che i gatti grassi facciano una bella vita. Questo ha persino volato in business class, facendosi beffe delle regole della compagnia che lo avrebbero relegato nella stiva. Leggete qui la folle storia di come è salito a bordo e si è guadagnato l’amore di una nazione intera!

Patatine e junk food

Queste strane e inquietanti creature simili a Gremlin (in realtà in origine un gatto a bocca spalancata e/o lingua fuori) hanno inondato Internet in Russia, deridendo i russi che non possono resistere al cibo spazzatura. Patatine fritte, cioccolatini, birra, gomme da masticare: i russi ne vanno pazzi. E questo meme del gatto affamato li raffigura mentre sono al supermercato e gridano “patatine!”, “birretta!”, “merendine!” e così via. 

Bottle Cap Challenge

A luglio 2019, migliaia di video sul Bottle Cap Challenge (traduzione: la sfida del tappo di bottiglia) hanno invaso Internet in tutto il mondo. Naturalmente, i russi hanno prontamente cavalcato l’onda nel loro strano modo.

VK Dark Mode

Modalità gay per il tuo telefono o modalità gopnik? VK, il social network più popolare in Russia, ha offerto agli utenti l’opzione di personalizzare l’aspetto della app. In realtà, offriva solo una modalità oscura, ma ovviamente gli utenti hanno portato la cosa a un altro livello, grazie a Photoshop.

MA CHE È DAVVERO COSÌ DIFFICILE?!

Questo meme aggressivo ha avuto successo in particolare su Twitter e andava scritto in caps lock; tutto maiuscolo, insomma. In russo appariva così: “ВАМ ЧТО СЕРЬЕЗНО ТАК СЛОЖНО?!”. Era un modo per fare polemica, quando gli altri sembravano proprio non farcela a capire qualcosa.


I cinque più deprimenti meme russi 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie