Perché i russi preferiscono la vodka a tutti gli altri superalcolici?

Legion Media
Il suo consumo sarà anche un po’ in calo, ma l’amore per questa bevanda rimane intatto

Dire che tutti i russi vadano pazzi per la vodka può sembrare una generalizzazione ridicola. Ci sono ragazze russe che ordinano cocktail vari, hipster che stravedono per la birra artigianale e coppie sposate che preferiscono una buona bottiglia di vino rosso e si fanno la loro cantinetta. La vodka continua comunque a rientrare nei consumi tipici di queste persone?

Le statistiche spesso mentono. In una del 2012, la Russia dominava mostruosamente i dati sul consumo mondiale di vodka, con 14 litri pro capite. Nel 2018 le autorità russe hanno annunciato un calo record del suo consumo: un meno 80%. Ma questi dati non sono comunque sufficienti a dare la misura dell’amore dei russi per la vodka con un minimo di precisione.

Al diavolo le cifre! I russi amano la vodka, e a volte, per ragioni impensabili.

Il giusto accompagnamento per il cibo russo

La vodka non è né un aperitivo né un digestivo. Va bene con il cibo. E il fatto è che si accompagna particolarmente bene al cibo russo.

“Il segreto della vodka è accompagnarla con qualche snack giusto e una buona compagnia. La vodka si sposa idealmente con piatti della cucina russa: sottaceti, funghi in salamoia, aringhe con patate lesse, diversi tipi di lardo. Le caratteristiche nazionali sono legate a doppio filo al cibo e alle bevande consumate, e io sento di essere inconsciamente attratto dalla cucina russa. Beh, chi mangerebbe mai del lardo con il cognac? O accompagnerebbe dei pelmeni con il gin?”, afferma il moscovita Vsevolod.

Questo ha senso: i russi, proprio come qualsiasi altra nazione, scelgono istintivamente un drink che si sposa bene con il cibo che hanno in tavola.

Credono che faccia meno male alla salute

Molte persone in Russia sono sinceramente convinte che la vodka faccia meno danni alla salute rispetto ad altri alcolici, come il whisky e il cognac. A volte, i medici non smentiscono questa credenza controintuitiva e assolutamente priva di basi scientifiche.

“Un medico ha proibito a mio nonno di bere alcolici dopo un intervento al cuore. Ma gli ha detto che, se proprio non può farne a meno, deve bere solo vodka. Non ho idea di quale logica scientifica possa esserci dietro, ma mio nonno segue scrupolosamente la raccomandazione”, ironizza Ksenia, di San Pietroburgo.

La maggior parte dei bevitori valuta i danni dell’alcol solo in termini di sbornia: niente postumi, nessun problema. Questo non è assolutamente vero, ma molti russi sono convinti che sia così:

“La vodka subisce più volte il processo di distillazione, e per questo non contiene il fuselolo, che causa intossicazioni, e la vodka più di qualità e costosa non contiene zucchero. Di conseguenza, causa solo una leggera e piacevole sbronza”, sostiene Dmitrij, di Mosca, che dice di preferire la vodka a qualsiasi altro superalcolico.

Costa poco e ricorda la gioventù

Anche quelli che, risalendo la scala sociale, sono passati a più onorevoli (e costosi) liquori, da giovani preferivano la vodka, soprattutto perché è una bevanda economica e molto “efficace” se si vuole sbronzarsi.

“Oggi preferisco bere vino o sidro. Ma nella mia gioventù ero solita bere vodka. Costava poco e la bevevamo con gli amici diluendola con succo di frutta, e l’effetto non si faceva attendere”, dice Aleksandra, di San Pietroburgo.

In effetti, la vodka è molto più economica rispetto a qualsiasi altro tipo di alcolico, specialmente se quest’ultimo è stato importato in Russia dall’estero. Il costo netto per il produttore di una bottiglia standard da mezzo litro, in Russia può essere inferiore a 35 rubli (0,47 euro). È un prezzo estremamente basso e offre ai brand ampi margini di manovra quando si tratta di stabilire il prezzo al consumatore.

Oggi, il governo stabilisce un prezzo minimo per la bottiglia standard di vodka, che è attualmente fissato a 215 rubli (2,90 euro). I marchi premium possono poi far pagare delle bottiglie speciali anche oltre 100 euro, per non parlare di alcuni lotti super-esclusivi a tiratura limitata. Ma di solito anche i marchi di punta hanno bottiglie a basso costo.

Questo rende la vodka un liquore talmente abbordabile che le persone di qualsiasi reddito possono permettersi di comprarla senza battere ciglio.

La vodka gode di un’immensa popolarità in Russia, ed è utilizzata anche in modi alternativi: è sempre utile averla a portata di mano per disinfettare una ferita. E viene anche trasformata in un efficace antipiretico, strofinandola sul corpo di chi ha la febbre.

Come gli americani si sono innamorati della vodka russa 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie