Piercing, satana e muscoli: i cinque russi più stravaganti

Alcuni di loro hanno cambiato così tanto il loro corpo da rendersi irriconoscibili; altri si sono limitati a chiamare il loro figlio Lucifero o a farsi tatuare l’interno degli occhi

1. La coppia bizzarra più nota di tutte

Aleksandr Shlak è molto probabilmente il più famoso freak russo. Era un ragazzo di San Pietroburgo come tanti, fino a quando nel 2005 non ha cambiato il suo aspetto fisico fino a diventare irriconoscibile. Dopo aver lasciato il lavoro da guardia giurata, questo trentanovenne si è fatto coprire di tatuaggi su tutto il corpo, si è fatto gonfiare le labbra e impiantare unghie lunghissime e lunghi canini da vampiro, si è fatto mettere protesi ai seni e ai glutei, ha fatto diverse sedute di liposuzione e una plastica alla fronte per cambiarne la forma, così come quella delle arcate sopracciliari.

Nel nuovo aspetto poco è rimasto del vecchio Aleksandr. Il pietroburghese, così mutato, ha anche iniziato a truccarsi pesantemente e a scioccare il pubblico con i suoi vestiti audaci.

Sua moglie Irina (è la quarta moglie) condivide in pieno i gusti estetici del marito, ma su di sé non vuole tatuaggi: finora si è limitata a interventi plastici al seno e al volto.

Aleksandr Shlak si guadagna da vivere dando lezioni di bodybuilding e ha un profilo Instagram estremamente popolare, dove principalmente mostra come prepara vari piatti in cucina.

Aleksandr circa cause della sua trasformazione dice: “Quello di prima era un ragazzo alla mano. Poteva essere una buona guardia privata, anche una guardia del corpo. Ma cos’altro?”.

2. Il ragazzo con le “braccia bazooka”

Il ventiduenne Kirill Tereshin, originario di Pjatigorsk, è diventato famosissimo in tutta la Russia per il suo desiderio incontrollabile di farsi crescere a dismisura i muscoli delle braccia. Non aveva abbastanza soldi per potersi permettere il Synthol, una sostanza iniettabile usata per far gonfiare i muscoli, e così ha preparato da solo un mix di varie sostanze più a buon mercato. Come ha spiegato durante uno show televisivo, “per avere muscoli come quelli che ho adesso, sarebbe necessario iniettarsi sei litri di Synthol, il che vuol dire spendere almeno 200 mila rubli (2.655 euro) e così ho dovuto cercare altri mezzi”.

Il ragazzo si è iniettato nei muscoli 6 litri di un miscuglio da lui stesso preparato di olio d’oliva, alcool benzilico e lidocaina. Questa miscela imita grossolanamente gli ingredienti del Synthol, ma le condizioni casalinghe in cui lo ha preparato, l’uso incontrollato e lo sprezzo per le avvertenze dei medici lo hanno portato ad avere serie conseguenze per la salute. Questo “synthol” fatto in casa gli ha bloccato i nervi delle braccia, provocato intorpidimento muscolare e cambiamenti trofici nella pelle, che acquisiva una malsana tonalità rosso-viola.

Ora i medici monitorano la salute di Tereshin, e lui guadagna soldi inviando video saluti a chiunque lo desideri per 3.000 rubli (40 euro). A quanto ha detto, agli albori della sua popolarità, in media guadagnava 36.000 rubli al giorno (478 euro) con questi video.

3. Il primo tatuaggio agli occhi in Russia

Iljà Gubarev voleva cambiare il suo nome in Bomber, ma poi ha pensato che per un suo figlio eventuale figlio/figlia sarebbe stato difficile vivere con un simile patronimico: Bomberovich/Bomberovna. Così ha deciso di onorare il suo soprannome che aveva fin dall’infanzia scrivendoselo sul viso, sopra il sopracciglio sinistro.

Ma a quel punto non si è più fermato. Dopo aver finito lo spazio sul viso a forza di tatuaggi, ha deciso di farsi tatuare anche un occhio. “In Occidente questa pratica esisteva già, così abbiamo chiesto informazioni negli Stati Uniti, abbiamo consultate un oftalmologo, e, alla fine, è andato tutto alla perfezione”, ha detto Gubarev.
Alla perfezione significa che alla sua lingua biforcuta, ai canini da Dracula e ai tatuaggi sul viso sono stati aggiunti anche due begli occhi completamente neri. Ora questo maestro tatuatore di 32 anni vive a Togliatti, dove disegna sulla pelle della gente del posto e manda avanti il suo canale YouTube.

4. L’uomo-ornitorinco

Dalla tv russa il trentenne Evgenij Bolotov è stato definito “l’uomo russo più spaventoso”. Ha grossi buchi nel naso ai quali più appendere giganteschi piercing. Inoltre ha ingrandito il labbro inferiore, piazzandoci un enorme tunnel. Collegandosi a un altro grande piercing sul labbro superiore, questa ferraglia gli rende complicato parlare, e le sue parole suonano difficilmente distinguibili.

A differenza di altri freak, Evgenij Bolotov è un orgoglioso fanatico della modificazione corporea. “Ritengo che sia un’arte”, dice. E vede se stesso come un artista che si esprime modificando il suo aspetto esteriore. A quanto dice, non intende certo fermarsi ai risultati finora raggiunti, e vuole tirare ulteriormente le labbra.

5. La coppietta satanista

Questa coppia di innamorati satanisti di Perm, Kostantin e Natalia Menshikov ha attirato l’attenzione dei russi al momento della cerimonia di nozze. La sposa era adornata con un cappotto rosso sangue e un taglio alla Mohawk verde e ciglia finte verdi, mentre lo sposo andava fiero di una giacca nera decorata con un pentagramma.

Ma la vera fama gli sposini satanisti se la sono guadagnata quando hanno chiamato loro figlio Lucifero. “Mio marito voleva chiamarlo così, ma all’inizio questa scelta era troppo ardita per me. Poi però ho dato alla luce Lucik soffrendo duramente, lui è quasi morto soffocato durante il parto e ha vissuto per 24 ore collegato a un respiratore. Mi sono rivolta a Lucifero per chiedere aiuto. Gli ho promesso che se il bambino fosse sopravvissuto, gli avrei dato il suo nome. Quindi Lucifero è diventato il santo patrono di nostro figlio”, ha detto Natalja in un’intervista.

I dipendenti dell’anagrafe hanno cercato di dissuadere la coppia da un tale passo, ma loro hanno insistito sul nome scelto per il bambino e non c’era alcun motivo legale per il rifiuto. “Abbiamo cercato di convincere i genitori che un nome del genere in futuro potrebbe causare prese in giroda parte dei colleghi o a scuola. Sfortunatamente, non abbiamo avuto motivi ufficiali negare il permesso di dare questo nome”, ha commentato Tatiana Tuzhilina, capo dell’ufficio del registro civile del distretto di Kirov a Perm.

Un anno dopo, la coppia ha dato alla luce un altro bambino e gli ha dato il nome di Voldemar. Ma né i bambini né le forze occulte sono riuscite a salvare il matrimonio dei due satanisti e, secondo i resoconti dei media, Konstantin ha lasciato sua moglie con i due figli e si è messo con da un’altra satanista.

Gli incredibili costumi di Andrej Bartenev, il re dei freak russi 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie