In Russia ci sono chiese treno, chiese nave e persino chiese paracadutate

Kirill Braga/Sputnik
La tradizione risale ai tempi dell’Impero e, dopo l’ovvia interruzione nel periodo sovietico, ha ricominciato a fiorire dagli anni Novanta: per portare la fede ortodossa in ogni angolo dello sterminato Paese, ogni mezzo (di trasporto) è buono

Le chiese portatili per l’opera missionaria divennero popolari in Russia a partire dalla metà del XVIII secolo e furono spedite in ogni angolo del Paese, in luoghi dove non esistevano luoghi di culto permanenti. Oggi le chiese mobili sono costruite nei modi più straordinari.

1) Le chiese sui treni

Le chiese sui treni apparvero nell’Impero russo nel tardo XIX secolo. Un campanile a vela, composto da una croce e tre campane, era posto sopra la porta anteriore del vagone e una massiccia scala di ferro collegava il marciapiede della stazione al campanile. Fino al 1917 alcune chiese ferroviarie furono costruite appositamente per il nord della Russia, più specificamente per la Siberia e gli Urali.

Attualmente la Chiesa ortodossa russa ha a disposizione circa dieci chiese ferroviarie, utilizzate per trasportare sacre reliquie e tenere funzioni nei luoghi più disparati. Questi vagoni possono essere agganciati a treni regolari e a treni speciali destinati a siti di pellegrinaggio.

Una chiesa da treno, proprio come una chiesa normale, contiene un altare, un’iconostasi e una piccola campana. C’è anche una piccola biblioteca all’interno.

A Nizhnij Novgorod, hanno costruito un santuario temporaneo all’interno di una di queste carrozze, mentre procedono i lavori per l’edificazione di una chiesa nelle vicinanze. Le ferrovie locali hanno donato il vagone alla diocesi, che lo ha trasformato.

2) Le chiese galleggianti

Nel 1910 fu costruita la prima chiesa a vapore in onore di San Nicola il Taumaturgo. La chiesa fu allestita su una nave inglese risalente alla metà del XIX secolo e il progetto fu finanziato dai mercanti di Astrakhan. La chiesa galleggiante fu usata per il lavoro missionario lungo il corso del Volga.

Nella Russia post-sovietica, la prima chiesa-chiatta galleggiante apparve a Volgograd nel 1999.

Nel 2004 una chiesa galleggiante fu costruita su una grande nave da sbarco chiamata “Olekma” a Volgograd. La nave, che era un dono del ministero della Difesa, prese il nome di San Vladimiro.

Almeno due dozzine di altre navi galleggianti, su chiatte e rimorchiatori, navigano lungo la Lena, l’Aldan e il fiume Viljuj. E qui potete leggere di una missione sull’Ob.

3) La chiesa sull’autobus

In Tatarstan, è possibile trovare una chiesa-autobus decorata con cupole e dotata delle forniture essenziali per l’attività ecclesiastica. Il sacerdote ortodosso siede al volante e guida l’autobus verso i villaggi remoti di tutta la Repubblica. Il prete vendette la sua auto in modo da avere i soldi per costruire la chiesa in un vecchio autobus della Liaz. Volontari e aiutanti viaggiano con lui. L’autobus può contenere fino a 50 parrocchiani.

4) La chiesa furgone

Nella regione di Ivanovo, una chiesa dedicata a Vladimir il Grande è stata costruita in un vecchio furgone GAZel. Troverete icone all’interno del mezzo e un dipinto ortodosso all’esterno. I sacerdoti locali percorrono tutta la regione su questo furgoncino in modo da poter svolgere servizi religiosi e officiare sacramenti, come i battesimi

5) La chiesa camion

Le chiese mobili costruite nel retro dei camion (solitamente camion Kamaz) sono comunemente presenti nell’Esercito russo. Hanno iniziato a comparire nei primi anni Duemila. Solo due persone sono necessarie per organizzare la chiesa e l’interno può contenere fino a 100 fedeli. Non solo c’è spazio sufficiente per un’iconostasi e materiale ecclesiastico, ma è anche possibile montare una cella monastica, uno scaldabagno e un caricabatterie automatico. Tutte le icone sono fissate saldamente alle pareti e una cupola con una croce è montata sulla parte superiore del camion. L’esterno è dipinto con colori mimetici.

6) Le chiese aereo

La Chiesa ortodossa a volte noleggia aerei ed elicotteri, equipaggiati con materiali da chiesa, per eseguire processioni su larga scala (con messe in alta quota) e trasportare sacre reliquie. Di solito volano verso i confini della Russia o verso regioni specifiche all’interno del Paese.

7) La Chiesa paracadutata

Un altro tipo insolito di chiesa mobile è utilizzato dalle truppe aviotrasportate russe. Le chiese mobili, smontate, pesano quasi una tonnellata, e sono lasciate cadere dall’aereo legate a robusti paracaduti. Solo i sacerdoti abbastanza coraggiosi da paracadutarsi possono essere incaricati di montare la chiesa, allestirla, e tener messa.

Le chiese più belle della Russia ortodossa 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie