Gli abiti più folli sfoggiati dai tifosi ai Mondiali

La Russia è stata invasa da una coloratissima folla di appassionati di calcio, che spesso danno spettacolo sugli spalti e per le strade con costumi appariscenti

I tifosi arrivati in Russia per la Coppa del Mondo sembrano particolarmente creativi: basta guardare tutti i loro abiti bizzarri, meravigliosi e coloratissimi. Sembra che questi ragazzi siano disposti a tutto per supportare la loro squadra, anche a prendere ago e filo e cucirsi qualcosa da soli.

Dalle piramidi a San Pietroburgo: i fan egiziani si preparano a sostenere “i faraoni” contro la Russia, il 19 giugno. Purtroppo per loro hanno perso 1-3.

I fan del Senegal stanno facendo una gran bella figura! Hanno persino ripulito lo stadio dopo la partita contro la Polonia a Mosca, il 19 giugno, vinta per 2-1.

Sembra che questo sostenitore della Colombia si sia fatto un amico russo a Saransk, il 19 giugno. La sua squadra però ha perso 1-2 con il Giappone.

Pure i giapponesi stanno dando tutto per aiutare la loro squadra, e, almeno con la Colombia, ha funzionato. Anche i tifosi del Giappone hanno dato una pulita prima di lasciare lo stadio.

Probabilmente il fan più brillante è arrivato dalla Svezia fino a Nizhnij Novgorod. Nessuna sorpresa quindi che gli svedesi abbiano battuto la Corea del Sud 1-0!

Sombreros enormi, ragazze sorridenti e supporto rovente! Que viva Mexico! Mosca, 17 giugno. Il Messico ha battuto a sorpresa la Germania campione del mondo per 1-0.

Riuscite a indovinare per quale nazionale tifano questi fan? Sono venuti dalla Germania. Mosca, 17 giugno.

Un bellissimo sostenitore dal Perù visita Saransk, il 16 giugno. Dopo due sconfitte di misura con Danimarca e Francia la squadra latinoamericana è già matematicamente fuori dai giochi.

Questi cappelli sembrano una palla con i colori della bandiera croata. O un berretto da bambino. Qualunque cosa siano, la Croazia ha battuto la Nigeria 2-0 a Kaliningrad, il 16 giugno (e poi ha rifilato tre gol anche all’Argentina di Messi).

Il tifoso islandese dall’aspetto più intimidatorio gentilmente evade le richieste di selfie dei russi a Mosca, il 15 giugno.

È l’incredibile Hulk o un sostenitore iraniano? San Pietroburgo, 15 giugno.

Ogni squadra dovrebbe avere il suo Batman: questo particolare supereroe viene dal Marocco. Mosca, 20 giugno.

Ma quanto sono belli gli stadi del Mondiale russo? Eccoli, uno ad uno

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie