Chi sono le dieci donne più ricche di Russia?

Sergej Bobylev/TASS
Molte devono le loro incredibili fortune ai marito (o al divorzio), ma alcune si sono fatte da sole. Ecco le russe più danarose secondo la classifica di Forbes

1. Elena Baturina, 55 anni (1,2 miliardi di dollari)

Moglie dell’ex sindaco di Mosca (dal 1992 al 2010) Jurij Luzhkov ed ex presidentessa della compagnia di investimenti e costruzioni Inteco Management, Elena Baturina ormai da molti anni è la leader indiscussa della classifica delle donne più ricche di Russia. Possiede una catena di alberghi presente in Austria, Irlanda, Repubblica Ceca e Russia, ha in costruzione un parco di pannelli per la produzione di energia solare e investe nell’immobiliare in Europa e in America. Alla Russia la lega anche il fondo “BE OPEN” che sostiene artisti e creativi. Gran parte del tempo lo passa a Londra, città dove vive con due figlie. Nell’intervista con Forbes ha dichiarato: “Non ritengo che per le donne siano necessarie delle agevolazioni, perché le agevolazioni sono il destino dei deboli, e noi non siamo deboli”.

2. Tatjana Bakalchyk, 42 anni (600 milioni di dollari)

Nel 2004 Bakalchyk andava in giro come una trottola per Mosca sui mezzi pubblici per l’ennesima consegna di abiti tedeschi. A quell’epoca era ancora un’insegnante di inglese in congedo di maternità. Le era venuta l’idea di arrotondare un po’ rivendendo abbigliamento dai cataloghi Otto e Quelle. Tutto il capitale iniziale se ne andò per la costruzione del sito.

Oggi il negozio online Wildberries, di cui è proprietaria insieme al marito, è una delle compagnie che cresce di più. Nel 2017 i ricavi hanno raggiunto i 64 miliardi di rubli (1,1 miliardi di dollari) e la società è ora attiva oltre che in Russia anche in Bielorussia, Kazakistan e Kirghizistan.

3. Elena Rybolovleva, 51 anni (600 milioni di dollari)

Ex moglie del miliardario Dmitrij Rybolovlev (ex proprietario del pacchetto di maggioranza di Uralkalij, azienda russa produttrice ed esportatrice di potassio, e diciottesimo uomo più ricco di Russia secondo la lista di Forbes) ha ottenuto tutti i suoi averi grazie al lungo procedimento di divorzio in Svizzera, andato avanti per 7 anni dopo un matrimonio durato dal 1987 al 2014. Così, nel 2016, Rybolovleva è diventata una delle donne più ricche di Russia ricevendo un assegno da 600 milioni di dollari e due ville in Svizzera. Adesso gestisce il capitale con investimenti privati.

4. Natalija Fileva, 54 anni (600 milioni di dollari)

Fileva è a capo del consiglio di amministrazione di S7 Group, azienda di famiglia di cui Natalija e il marito Vladislav Filev si occupano fin dagli anni Novanta. Adesso è la più grande compagnia aerea privata e il principale concorrente di Aeroflot.

Per arrivare a tutto questo è stato necessario comprare azioni da altri soci, inglobare piccole compagnie e acquistare un cosmodromo galleggiante, che si trova nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico. Natalija si occupa del traffico aereo, mentre suo marito si dedica a quello spaziale. Ma ora è un po’ in depressione, a quanto racconta la moglie, dopo che Elon Musk ha lanciato nello spazio il suo Falcon Heavy…

5. Olga Beljavtseva, 48 anni (500 milioni di dollari)

Praticamente subito dopo la nascita del suo primo figlio, la Beljavtseva iniziò a lavorare come imballatrice alla catena di una fabbrica di cibo in scatola in provincia. Ma già dopo poche settimane, la giovane fu trasferita e assunse il ruolo di responsabile economico. La fabbrica si trasformò poi nel gruppo “Lebedjanskij” e nel 2008 la PepsiCo acquisì il 75,5% delle azioni della compagnia per 1,36 miliardi di dollari. Beljavtseva personalmente ottenne 330 milioni di dollari.

Oggi il suo business principale è la produzione di bibite per bambini (è coproprietaria della compagnia “Progress” che gestisce il brand “Fruktonjanja”). Inoltre è proprietaria di Beeplast Company, società che si occupa di confezionamento e componentistica, ha casa a Mosca e un garage pieno di Mercedes e Ferrari.

6. Polina Deripaska, 38 anni (500 milioni di dollari)

Figlia di Valentin Jumashev, consigliere e capo dell’amministrazione del presidente Boris Eltsin, figliastra della figlia di Eltsin (che sposò Jumashev), moglie del miliardario e “re dell’alluminio” Oleg Deripaska (diciannovesimo nella lista dei ricconi russi di Forbes). Una delle donne più ricche di Russia Polina lo è diventata proprio grazie al marito, che nel 2017 le ha assegnato il 6,9% delle azioni della hoding En+, che unisce gli interessi di Deripaska nel campo energetico e il suo pacchetto in UC Rusal. Ma Polina ha anche un suo proprio business: è suo il gruppo editoriale Forward Media e parte della compagnia LAM Publishing.

7. Evgenija Gureva (400 milioni di dollari)

Nel 2013 Evgenija Gureva guidava la lista delle mogli più ricche dei parlamentari, guadagnando più di tutte le altre coniugi ricche del Cremlino e della Casa Bianca di Mosca: 22,7 milioni di dollari.
Da allora i suoi affari sono molto cresciuti. Evgenija è la moglie dell’ex senatore Andrej Gurev, socio di maggioranza della compagnia chimica Fosargo, la più grande società in Russia e in Europa per la produzione di concimi contenenti fosforo, con una capitalizzazione di circa 300 miliardi di rubli (4,8 miliardi di dollari). Al momento lei detiene il 4,8% delle azioni della holding.

8. Tatjana Kuznetsova, 58 anni (400 milioni di dollari)
Questa donna ha fatto fortuna senza aiuto del marito e senza nessuna azienda familiare alle spalle. Dopo l’università iniziò a lavorare come consulente in un ufficio legale, ma nel 2002 entrò nella Novatek di Leonid Mikhelson, una delle più grandi società russe nel settore del gas. Da allora ha scalato la gerarchia interna fino al ruolo attuale di vicepresidente del consiglio di amministrazione.
Adesso il valore di mercato della compagnia supera i 30 miliardi di dollari e la Kuznetsova, secondo i dati di Forbes, ne possiede lo 0,2%.

9. Natalja Lutsenko (400 milioni di dollari)

Natalja Lutsenko con il marito Aleksandr ha messo in piedi l’“impero della soia” nella exclave russa di Kaliningrad. Il business ebbe inizio nel 1994 con il commercio di mangime e additivi. Adesso il loro gruppo “Sodruzhestvo” (i coniugi Lutsenko ne detengono il 90%, l’altro 10% appartiene alla compagnia giapponese Mitsui & Co) è uno dei più grandi per quanto riguarda la lavorazione di semi da olio negli stati della Comunità degli Stati indipendenti e in Europa. Oltre alla fabbrica a Kaliningrad, hanno magazzini in Brasile e terminal fluviali in Paraguay.

10. Marina Sedykh, 58 anni (350 milioni di dollari)

In Russia ci sono oltre duecento piccole compagnie di estrazione di greggio, che cercano di non rimanere invischiate nelle lotte tra i giganti del settore per il controllo delle risorse. Ma ecco che una di queste fa guadagnare ai suoi proprietari una incredibile quantità di denaro. Marina Sedykh occupa il posto di direttore generale della Nik, la Compagnia petrolifera di Irkutsk (in Siberia, sul Lago Bajkal) dal 2000 e da allora rientra stabilmente nella lista delle donne più ricche di Russia.

Gap uomo donna, quanto è sessista la Russia? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie