Cinque ristoranti di Mosca dove bere ottimi cocktail

Getty Images
Qui si può anche mangiare bene, ma non perdetevi assolutamente questi posti se siete alla ricerca di barman innovativi e di sapori non scontati nel bicchiere

1. Sapore russo

Il bar presso il ristorante “Ruski”, che si trova in un grattacielo della City di Mosca, corrisponde pienamente al suo nome: qui servono infatti cocktail basati su liquori e rosoli tipici russi.

Ispirazione per questi cocktail sono stati antichi libri di ricette. Ed ecco che nemmeno ve ne accorgerete, e già sarete lì a chiedere delucidazioni al barman, se davvero nel vostro cocktail c’è un gin di abete o una foglia di ribes, o qualcosa a base di strane bacche: lampone artico o camemoro.

Provate, per esempio il cocktail Borodinskij (250 ml./570 rubli; 7,50 euro) tra i cui ingredienti ci sono: samogon (vodka casalinga) Borodinskij, aronia nera, cordiale di pane nero, vermut rosso, Campari e Sherry.

Ancora un altro cocktail, l’Isaev, viene preparato con un fondo di linfa di betulla evaporata, vodka e bucce di limone essiccate (150 ml./570 rubli; 7,50 euro). Non c’è nulla fuori posto in questo cocktail, intitolato in onore di una spia russa e personaggio della letteratura e del cinema, più famoso come Stierlitz, e protagonista della serie di film “17 momenti di primavera”. 

Inoltre, qui potrete provare la versione russa del popolare cocktail italiano Negroni (250 ml./570 rubli; 7,50 euro). Al posto del retrogusto amaro del Bitter Campari vi rimarrà in bocca il sapore del sorbo selvatico, e al posto del gin vi troverete nel bicchiere una vodka casalinga di ginepro. Ma le note più dolciastre al cocktail le dà il pastilà (un antichissimo dolce russo a base di frutta, di solito mele acide, zucchero e albume d’uovo) al gusto di fragoline di bosco, di produzione propria.

Indirizzo: Passaggio Krasnogvardejskij I, 21, edif. 2, 85º piano.

Nel grattacielo EYE di Moscow City
Sito web

2. Tesori della Russia
La carta dei cocktail del ristorante Twins Garden dei due fratelli chef Berezutskij si intitola “Sokrovishcha Rossii” (“Tesori della Russia”). E in effetti con i loro cocktail si può studiare tutta la geografia del Paese. L’importante è solo non approfondire troppo il tema!

Andate in Siberia con il cocktail “Tsar tajgì” (“Zar della taiga”; 750 rubli, 9,90 euro). Si tratta di latte di pinoli di sibirskij kedr (pino siberiano) e sciroppo di pan pepato, mixati con vodka, zenzero e limone. Viene servito con “muschio” e ha un aspetto decisamente pittoresco, soprattutto se mancate da molto tempo o non siete mai stati nelle foreste del Nord.

Se vi è difficile pronunciare il nome “Shiveluch”, dite “Kamchatka”. Lo “Shiveluch” è infatti il più settentrionale vulcano attivo della Penisola di Kamchatka, e ora anche un cocktail (750 rubli, 9,90 euro). La sensazione è quella che da un secondo all’altro inizi l’eruzione vulcanica, e quindi meglio berlo al più presto e non pensare che è composto da un distillato di mais e da gorkoe vinò (un amaro tradizionale a base di vodka e erbe), mixati con cenere e torba.

Indirizzo: Boulevard Strastnoj 8A
Sito web

3. Quasi dei dessert

Спрятались от дождя в @gorynich.moscow 🤤😋

Публикация от Polina1923 (@polina1923)

Nel ristorante “Gorynych” (prende il nome da una creatura leggendaria della mitologia slava; una sorta di drago) i cocktail ricordano dei dessert, nei quai ingredienti russi tradizionali si mescolano ad altri stranieri. Per esempio nel cocktail di zucca, cocco e rum (150 ml./480 rubli; 6,30 euro). Oppure provate il cocktail in stile beverone salutare: con yogurt, acetosa e gin (100 ml./480 rubli; 6,30 euro). Viene servito nelle bottogliette da kefir che venivano usate ai tempi dell’Urss.

Indirizzo: Boulevard Rozhdestvenskij, 1
Sito web

4. Pesca alla russa

Gli uomini russi amano andare a pesca e mangiare il tradizionale pesce in gelatina. Un piatto inventato da degli chef francesi che lavoravano a Mosca verso la dine del XIX secolo. Nel ristorante “Ryba mojà” (“Pesce mio”), ispirandosi al tema del pesce in gelatina, hanno creato il cocktail “Tolka ty” (“Solo tu”; 610 rubli, 8 euro), Gli ingredienti: cognac, vermut secco allo zafferano, Bénédictine, Cointreau e liquore di cumino.

Indirizzo: Via Tverskaja-Jamskaja I, 21
Sito web

5. Bicchieroni collettivi

Al “Kafe Druzhba. Manufaktura edy” (“Caffè Amicizia – Manifattura del cibo”) bisogna venire con dei buoni (se possibile russi) amici e ordinare i formati “superlong”. Qui, infatti, i grandi classici alcolici vengono serviti in enormi porzioni: 5 litri in un solo grande bicchiere. I bicchieri, per il piacere anche estetico degli avventori sono arricchiti con elementi decorativi: per esempio il Mojito con la rosa (2.990 rubli, 39,40 euro) è arricchito, appunto, da petali di rosa; il Tom Collins con la lavanda, invece, ha rametti della profumata pianta.

Indirizzo: Via Rochdelskaja 15, edif. 30
Sito web

Cercate invece un posto con un gran panorama sulla capitale? Ecco cinque ristoranti di Mosca con una vista incredibile

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Leggi di più
Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie