Gorbachev: "Un mondo senza atomica? Non utopia, ma una necessità assoluta"

L'invito dell'ex leader sovietico a un maggior dialogo tra Mosca e Stati Uniti. "Il mondo si trova al confine di una linea molto pericolosa. Grave errore la sospensione del dialogo"

L'ex leader sovietico Mikhail Gorbachev ha invitato Russia e Stati Uniti a recuperare il dialogo su tutti i fronti, soprattutto per quanto riguarda l'impegno nella non proliferazione delle armi nucleari. "Ci sono diverse tensioni tra Russia e Usa – ha detto Gorbachev all'agenzia Ria Novosti -. È crollata quella fiducia reciproca. E su questa cosa più volte ho espresso la mia opinione: è necessario recuperare il dialogo su tutti i fronti, in primo luogo sul nucleare, e non barricarsi dietro a problemi regionali".

La settimana scorsa il Presidente russo Vladimir Putin aveva infatti sospeso l'accordo con gli Usa sulla riconversione del plutonio militare, aprendo le porte per il suo utilizzo nella difesa.

"Credo che il mondo si trovi al confine di una linea molto pericolosa – ha aggiunto Gorbachev -. La sospensione del dialogo è stato un grave errore".

La lotta al terrorismo, la riduzione delle armi nucleari e la prevenzione di catastrofi ecologiche su scala globale "sono sfide che mettono in secondo piano tutto il resto", ha affermato.

Il premio Nobel per la Pace ha quindi ricordato che finché esisteranno le armi nucleari continuerà a esistere il rischio che esse vengano utilizzate. Un mondo senza atomica "non è un'utopia, ma una necessità assoluta".

"E ciò lo si può ottenere solo attraveso una demilitarizzazoine della politica e delle relazioni internazionali".

Gorbachev ha quindi invitato la classe politica ad assumersi la responsabilità per l'attuale situazione nel mondo.

"Si possono avanzare molte serie critiche all'attuale generazione di politici – ha detto -. Tuttavia continuano ad avere l'opportunità di occupare un luogo dignitoso nella storia, riportare la politica mondiale su una buona strada e aprire le porte a un mondo senza armi nucleari. Sarebbe un grave errore non approfittare di questa opportunità", ha concluso.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta