Paralimpiadi, Tas respinge ricorso: i russi non voleranno a Rio

Si infrange il sogno brasiliano per gli atleti paralimpici della Federazione. La notizia è stata confermata dal Tribunale arbitrale dello sport di Losanna

Il Tribunale arbitrale dello sport (Tas) di Losanna ha respinto il ricorso presentato dal Comitato paralimpico russo relativo alla sospensione degli atleti russi alle Paralimpiadi di Rio. La notizia è stata pubblicata sul sito del Tas. 

“A seguito di quanto emerso sul sistema doping in Russia, il consiglio di amministrazione del Comitato paralimpico internazionale ha sospeso il Comitato paralimpico russo a causa della sua incapacità di adempiere ai propri obblighi e responsabilità nei confronti del codide antidoping del Comitato paralimpico internazionale (…). Il comitato del Tribunale arbitrale dello sport responsabile di questa questione ha ritenuto che il Comitato paralimpico internazionale non abbia violato alcuna regola procedurale in relazione al processo disciplinare che porta alla sospensione del Comitato paralimpico russo”.

Il 7 agosto Philip Craven, presidente del Comitato paralimpico internazionale (Cpi) aveva annunciato la squalifica del Comitato paralimpico russo e quindi degli atleti paralimpici della Federazione da tutte le competizioni internazionali. Una decisione che esclude così 270 sportivi russi dalle Paralimpiadi di Rio.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta