Nuova edizione del Gran Ballo Russo

Una delle passate edizioni del Gran Ballo Russo.

Una delle passate edizioni del Gran Ballo Russo.

ufficio stampa
A Roma una serata in maschera per rievocare le grandi opere del poeta Lermontov e rivivere la affascinanti atmosfere dell'Ottocento russo

Nell'elegante palazzo dell’Hotel St. Regis (Via Vittorio Emanuele Orlando, 3, Roma), situato nel cuore della meravigliosa Città Eterna, il 9 gennaio 2016 saranno rievocate le atmosfere del XIX secolo grazie al “Gran Ballo Russo”. La IV edizione, promossa dalla "Compagnia Nazionale di Danza Storica" di Nino Graziano Luca e da “Eventi-Rome” di Yulia Bazarova e Paolo Dragonetti De Torres Rutili “Associazione amici della grande Russia”,  sarà dedicata al grande poeta russo Mikhail Lermontov. E, in particolare, a una delle opere più popolari del XIX secolo, ovvero la commedia "Un ballo in Maschera". L’opera sarà messa in scena da gradi nomi del panorama culturale russo: il ruolo del poeta Michail Lermontov sarà interpretato dal celebre regista e attore Nikolaj Burlyaev, mentre il ruolo di Nina Arbenina sarà rappresentato dalla famosa attrice russa Marina Orlova.

I balli nella Russia imperiale

Numerosi ballerini, provenienti da diverse scuole di professionisti e di dilettanti, di Russia, Italia, e di diversi Paesi europei, si esibiranno in valzer, mazurke e danze tradizionali e la famosa “Masquerade Suite” del compositore russo A. Khachaturian. Direttamente dalla Grecia, l’orchestra diretta dal maestro Viktor Vasiliadi e sua moglie, allievi dell’Accademia della musica di Gnessin a Mosca, accompagnerà le danze con prodigiosi musicisti di età compresa tra i dieci e i quindici anni. La solennità, le musiche, le antiche tradizioni e il galateo, ma anche i costumi (alcuni dei quali tratti da dipinti del periodo) permetteranno di ricreare in tutto e per tutto l’atmosfera dell’epoca. 

Nel corso della serata sarà consegnato all’attore e regista russo Burlyaev il premio “Il Bozzetto d’oro” dall’azienda toscana di arredamento Savio Firmino.

Le diverse sale che ospiteranno il “Gran Ballo Russo” si trasformeranno in un vero e proprio salotto letterario, dove verranno letti brani della commedia "Un ballo in maschera" di Lermontov e dove si ascolterà musica classica.

La manifestazione avrà come obbiettivo lo sviluppo di relazioni tra l’Italia e la Russia. Parteciperanno all’evento i rappresentanti istituzionali italiani, così come l’élite italiana e russa nel mondo politico, intellettuale, artistico e professionale.

Durante la serata gli ospiti saranno premiati con quattro riconoscimenti per il costume storico più originale e raffinato. Non mancherà, infine, la cena di gala.

Questo prestigioso evento sarà patrocinato dall'Ambasciata della Federazione Russa in Italia, dal Forum di Dialogo Italo-Russo delle Società Civili, dal Centro Russo di Cultura e Scienza "Rossotrudnichestvo", dalla Fondazione "Centro per lo Sviluppo dei Rapporti Italia/Russia”, da Chaine des Rôtisseurs DIGA e dal Comune di Roma.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta