Scandalo doping, la Federazione russa di Atletica risponde

Presenteranno un report che contiene un programma di azioni contro il doping e i risultati già conseguiti. Nel frattempo è stata sospesa l'attività del Laboratorio antidoping di Mosca

Dopo lo scoppio del nuovo scandalo doping, la Federazione russa di Atletica ha annunciato che presenterà un report con un programma di azioni contro il doping. Si tratta della risposta della Federazione di Atletica al documento della Wada (agenzia mondiale antidoping) nel quale si parla di presunte alterazioni e distruzioni di analisi e documenti. 

Così come si legge sul portale rusathletics.com, la Federazione russa di Atletica evidenzierà i passi futuri nella lotta contro il doping e i risultati già conseguiti. 

Alla luce del report reso noto nei giorni scorsi, infatti, la Wada ha chiesto alla Iaaf, la Federazione internazionale di atletica, l’esclusione degli atleti russi dalle principali competizioni di atletica per i troppi casi di doping che, secondo l'agenzia, avrebbero assunto dimensioni "allarmanti".

Nel frattempo la Wada ha annunciato di aver sospeso provvisoriamente e "con effetto immediato" il Laboratorio antidoping di Mosca. La sospensione dell'attività è stata confermata dalla Rusada, l'agenzia federale antidoping russa: il Laboratorio dovrà interrompere ogni analisi e test di campioni di urina e di sangue in corso. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta