Quasi la metà delle aziende russe dice di essersi ripresa completamente dalla crisi

Emile Alain Ducke/dpa/Global Look Press
Lo rivela un sondaggio condotto da Rabota.ru analizzando la situazione causata dalla pandemia

All'inizio di settembre 2021, il 44% delle aziende russe si è completamente ripreso dalla crisi economica causata dalla pandemia di Covid-19. Lo scrive il giornale RBC, sulla base dei risultati di un sondaggio condotto da Rabota.ru tra 1.000 aziende in tutto il territorio federale. Nel settembre 2020, il tasso era del 16%, il che suggerisce un chiaro miglioramento della situazione economica.

Alla luce di ciò, il 27% dei partecipanti ha detto che la loro attività si è ripresa solo parzialmente, rispetto al 36% di un anno fa. Al contrario, il 18% dice ora che la crisi non ha colpito la propria azienda, rispetto al 12% del 2020, e solo l'11% ammette di essere ancora nel mezzo di una situazione critica, rispetto al 36% del settembre dello scorso anno.

Infine, tra coloro che sono ancora in una situazione di crisi totale o parziale, il 73% stima che ci vorranno fra i tre e i sei mesi per tornare alla normale attività. Il 5% indica un lasso di tempo di uno o tre mesi, mentre il 21% conta di riprendersi nell’arco di un anno.

LEGGI ANCHE: Tra difficoltà e speranze: la situazione in cifre del business italiano in Russia ai tempi del Covid 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie