Napoli sulle ceramiche per le case russe

La linea "Capri" ideata dal maestro ceramista Franco Calise per la “Napolitean Collection” di Kerama Marazzi.

La linea "Capri" ideata dal maestro ceramista Franco Calise per la “Napolitean Collection” di Kerama Marazzi.

: Kerama Marazzi / kerama-marazzi.com
Pompei, il Vesuvio, le bellezze di Capri. Grazie alla collaborazione con un colosso russo dell’interior design, il maestro ceramista Franco Calise di Ischia ha realizzato una collezione di piastrelle a tema, destinate al mercato russo e kazako

Il Golfo di Napoli, il Vesuvio sulle pareti delle case russe. Assieme a scorci di Capri, di Ischia, all’immagine del Duomo di Amalfi, del viso dell’immortale Totò. Ma anche un lavandino ispirato all’anfiteatro di Pompei. Istantanee di bellezza finite in una serie di mattonelle in ceramica, per la “Napolitean Collection”, ideata dal maestro ceramista-designer di Ischia Franco Calise per la collezione 2016 del colosso russo dell’interior design Kerama Marazzi, che da oltre dieci anni propone cataloghi legati a Paesi e realtà in giro per il mondo.

India, Africa, anche America Latina, nelle scorse edizioni, con collaborazioni con artisti-artigiani offerti dal territorio. Dunque, Napoli e i suoi colori, i suoi profumi in viaggio verso la Russia (e verso il Kazakhstan) attraverso una serie di piastrelle in formato 50 x 70 centimetri che raccolgono secoli di cultura, tradizione, grandezza. E un progetto che mette assieme l’arte e l’imprenditoria, annodando ancora una volta la Federazione Russa al Made in Italy, legame che si estende anche alla valorizzazione dell’artigianato campano, oltre al cibo, alla moda, al flusso turistico che hanno portato migliaia di cittadini russi a Napoli e nelle isole dall’avvio della primavera, in attesa dell’esodo estivo.

Positano, u201cNapolitean Collectionu201dKerama MarazziPositano, u201cNapolitean Collectionu201d
Vesuvio, u201cNapolitean Collectionu201dKerama MarazziVesuvio, u201cNapolitean Collectionu201d
Laurito, u201cNapolitean Collectionu201dKerama MarazziLaurito, u201cNapolitean Collectionu201d
Procida, u201cNapolitean Collectionu201dKerama MarazziProcida, u201cNapolitean Collectionu201d
Pompei, u201cNapolitean Collectionu201dKerama MarazziPompei, u201cNapolitean Collectionu201d
Tirreno, u201cNapolitean Collectionu201dKerama MarazziTirreno, u201cNapolitean Collectionu201d
 
1/6
 
L’intera produzione in ceramica è stata presentata alla Fiera internazionale dell’edilizia e interior design Batimat, avvenuta a Mosca dal 5 all’8 aprile (presente uno stand esclusivamente dedicato a Napoli e alle sue isole) ed è visibile sul grande catalogo online della multinazionale russa che distribuisce in tutto il mondo. Inoltre è presente anche in Spagna e in Italia, supportata anche da un opuscolo guida – stampate diecimila copie e distribuite in 300 punti vendita russi – che spiega ai clienti la storia dei luoghi rievocati dalle mattonelle attraverso il racconto di un orso, che passa in rassegna monumenti, tradizioni, storia, percorsi enogastronomici. E all’interno della collezione ci sono tante diramazioni artistiche, linee con il nome di località turistiche del Golfo di Napoli. Da quella chiamata Ischia a Forio, Maronti (stupenda la mattonella che raffigura la spiaggia), Epomeo e Citara. Un caleidoscopio di paesaggi, colori, tratti tipici di un popolo che finiscono nelle cucine, nei salotti russi, ma anche negli spazi esterni. Per un tuffo virtuale da migliaia di chilometri nelle bellezze delle isole campane.

“L’idea è nata a metà 2014 – racconta Franco Calise, il ceramista-designer che ha ideato la collezione, dal suo negozietto a Forio, uno dei posti più suggestivi di Ischia -. Il direttore generale della Kerama aveva incontrato vari ceramisti a Napoli per rendere concreto il progetto della collezione. Mi hanno scovato nel piccolo borgo dove c’è il mio negozietto, mi hanno scelto, ho presentato sette progetti, tutti approvati. E ora la collezione sarà messa sul mercato in Russia e negli Stati Uniti, non ancora in Italia”.

E durante la produzione della linea Neapolitan Collection, che ha visto coinvolti nel processo creativo altri professionisti, italiani e russi, il ceramista ischitano è stato accolto a Mosca come una star. “Sono rimasto sorpreso dalla passione dei russi per la cultura e la creatività napoletana. È un legame fortissimo, apprezzano la nostra capacità di creare, si fidano del prodotto italiano. E ho anche potuto visitare e ammirare i due stabilimenti della Kerama Marazzi”. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta