La spettacolare architettura del padiglione russo all’Expo di Dubai

Expo 2020 Russia
Il 1° ottobre scorso si è aperta l’esposizione universale 2020, rimandata per la pandemia. La Russia ha preparato un intenso programma, che si svolgerà sotto uno dei padiglioni più sorprendenti della manifestazione

Sono 25 milioni le persone attese all’Expo 2020 di Dubai, il primo evento di questo tipo in Medio Oriente; e con ogni probabilità, sarà questo il numero di spettatori che visiterà il magnifico padiglione russo, creato sulla base del tema dell’esposizione: “Connecting Minds, Creating the Future” (Collegare le menti, creare il futuro).

Una cupola multicolore con migliaia di eventi

Il padiglione russo è stato costruito come una cupola gigante composta da tanti piccoli tubi multicolori. Visivamente il loro intreccio dà l’idea dell’infinito, e simboleggia l'eterno processo di cognizione e apprendimento del mondo. La mostra allestita all'interno del padiglione, curata da Simpateka Entertainment Group, racconta alcune ricerche fatte sul cervello, e l'installazione multimediale rivela la struttura e il funzionamento di questo straordinario organo.

Il padiglione ospiterà anche un intenso programma culturale: conferenze, spettacoli di opera e balletto, ma anche presentazioni e lezioni di lingua russa. Il festival “Dalla Russia con…” presenterà poi film, cartoni animati, performance e opere d'arte digitale. 

Oltre all’agenda culturale, a Dubai è previsto un denso programma d’affari: sotto la cupola russa, gli esperti discuteranno una serie di argomenti come l’esplorazione spaziale, le tecnologie innovative, lo sviluppo urbano, l’e-commerce, l’agricoltura, l’istruzione, la medicina e la sanità. 

L’idea alla base del programma

Nel corso della storia, la Russia ha “partorito” menti geniali e creatrici come lo scrittore Lev Tolstoj, il chimico Dmitrij Mendeleev, l'ingegnere spaziale Sergej Korolev, solo per citarne alcune. Una concentrazione di talenti che ha raggiunto l’apice anche e soprattutto nel secolo scorso, quando nacquero “Le stagioni russe” di Sergej Diaghilev, l'arte d'avanguardia di Mikhail Larionov e Kazimir Malevich, il metodo teatrale di Stanislavskij e molti altri. E ancora oggi, una grande fetta del mercato russo appartiene all'economia creativa, soprattutto a Mosca e San Pietroburgo. 

Il padiglione russo all'Expo di Dubai ha lo scopo di raccontare tutte le innovazioni creative e scientifiche della Russia del passato; ma, allo stesso tempo, svela le ultime novità e presenta le moderne menti creative russe che ci stanno guidando verso il futuro. 

L’Expo 2020 di Dubai è iniziato il 1° ottobre 2021 e resterà aperto fino al 31 marzo 2022. Per maggiori informazioni sul padiglione russo, visitare il sito www.expo2020russia.org

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie