Quattro videoclip di star della musica occidentale girati da registi russi

Nomi del rango di Serj Tankian dei System of a Down o Till Lindemann dei Rammstein si sono rivolti a bravi videomaker provenienti dalla Russia

1 / 50 cent – “I Get Money” (2007)

Nel 2007, il rapper 50 Cent si è arricchito alla grande grazie a un precedente investimento nell’azienda di bevande Glaceau, di cui deteneva il 10% delle azioni. Nel maggio di quell’anno, la Coca Cola acquistò la compagnia e, di conseguenza, il rapper ricevette royalty per 400 milioni di $. 50 Cent, ispirato da questa vicenda, scrisse il pezzo “I Get Money”.

Nel video delle canzone, incentrato sull’amore del rapper per i soldi, tutto è pieno di lusso eccessivo e di verdoni. Ci sono una torta fatta di soldi, dei vestiti del colore dei dollari, due Lamborghini Murciélago e un sacco di bellissime modelle. Il video scalò le classifiche del canale televisivo americano BET e ottenne una nomination ai BET Hip Hop Awards nella categoria “Miglior video hip-hop”.

Il regista del video è, secondo vari giornali musicali russi, il clipmaker russo Georgij Gavrilov.

Su fonti straniere e su IMDB non è stato possibile trovare conferma di ciò: il regista del videoclip semplicemente non è indicato. Lo stesso Gavrilov non ha quasi mai rilasciato interviste e si sa poco di lui. Sulla sua pagina su IMDB si legge che è nato a San Pietroburgo nel 1960, si è laureato presso l’Istituto Statale panrusso di cinematografia (VGIK), dopo di che ha iniziato a girare clip, serie tv e spot pubblicitari in Russia e negli Stati Uniti. Secondo le informazioni sul suo sito web, Gavrilov ha girato oltre 170 clip. Alcune delle sue opere sono state mostrate in festival specializzati negli Stati Uniti e nei Paesi europei.

Il regista è morto il 24 novembre 2020, secondo la comunità “Vmeste protiv koronavirusa” (“Insieme contro il Coronavirus”) di Covid-19. La causa della morte non è però stata resa nota sul suo sito web personale.

2 / The Weeknd – “False Alarm” (2016)

Una folle rapina in banca girata in soggettiva è il video per la canzone “False Alarm” dell’album “Starboy”, il terzo di Weeknd. A realizzare la clip è stato il regista e sceneggiatore (nonché frontman della band indie rock russa Biting Elbows) Ilja Najshuller (1983-). In precedenza, aveva già diretto nello stesso stile il film “Hardcore!” nel 2015 e il video per la canzone “Bad Motherfucker” della sua band nel 2013. A quanto ha raccontato lo stesso regista, Abel Makkonen Tesfaye (il canadese che si esibisce con lo pseudonimo di Weeknd) lo ha avvicinato e gli ha chiesto di girare un video usando la stessa tecnica.

Inizialmente, il video doveva essere una storia romantica con un inseguimento senza una sola goccia di sangue, ma durante la preparazione a Ilja è stato chiesto di riscrivere completamente la sceneggiatura. Lo stesso Abel ha preso parte alle riprese, ma solo nell’ultima scena del video.

“L’auto era già in posizione, l’acqua lì accanto puzzava di cesso. L’interno dell’auto aveva un odore ancora peggiore di liquido antincendio. Il sangue finto era stato versato a litri per far scena, i frammenti erano sparsi. Io gli indico: ‘Mettiti lì’. Abel si sdraia senza dire una parola. Gira lentamente la testa verso la telecamera. Lancia il suo tipico sguardo triste. Pistola. Bum! Tre riprese, un minuto e mezzo, buono! Filmato”, ha ricordato Naishuller.

3 / Serj Tankian – “Elasticity” (2021)

Il 5 febbraio 2021, il frontman dei System of a Down, Serj Tankian, ha pubblicato un video per la sua canzone “Elasticity”, diretto da Vlad Kaptur (1985-), prima di allora noto per il montaggio e la regia di serie tv e film russi.

A quanto ha raccontato il musicista statunitense, il video è stato girato all’Università Tecnica Statale di Mosca “Bauman” in una sola giornata di riprese, nell’autunno 2020, su pellicola 16 mm. Produttore del video è stato Ilja Najshuller, che ha girato “False Alarm” per Weeknd (vedi punto 2).

Nella storia, una ragazza cerca di scappare da una coda infinita. La protagonista è la celebre attrice russa Aleksandra (Sasha) Bortich (1994-).

4 / LINDEMANN “Frau & Mann” (2019)

Il solista dei Rammstein, Till Lindemann, ha iniziato il nuovo progetto della band svedese/tedesca Lindemann nel 2015. Uno dei videoclip, del 2019, per la canzone “Frau & Mann”, è stato diretto da Sergej Minadze, regista russo di origini georgiane. In precedenza, aveva girato spot pubblicitari per varie società, oltre a clip per artisti russi.

Le riprese si sono svolte a San Pietroburgo.

Nella storia, Till Lindemann interpreta il ruolo di un capo che molesta una sua dipendente (impersonata dalla cantante pop e R’n’B ucraina Svetlana Loboda), che sta aspettando il ritorno di suo marito sulla Terra da una Stazione spaziale. Il marito, con un colpo di scena, si scoprirà poi essere il fratello del capo.


Sarà un regista russo a girare per Hbo la trasposizione sullo schermo del videogame “The Last of Us” 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie