Sette capolavori degli intagliatori in osso russi (FOTO)

Musei del Cremlino
Il villaggio di Kholmogory, nella Regione di Arkhangelsk, è da secoli famoso per questi incredibili pezzi di bravura realizzati incidendo zanne di tricheco (e a volte di mammut). Un imprenditore del settore petrolifero ha donato ai Musei del Cremlino la sua collezione familiare

1 / Scrignetto

Prima metà del XVIII secolo, zanna di tricheco

2 / Armadietto da tavolo

Prima metà del XVIII secolo, zanna di tricheco

3 / Piastra con il ritratto di Caterina la Grande

Ultimo quarto del XVIII secolo, zanna di tricheco

4 / Piastra con i ritratti degli zar russi

Ultimo quarto del XVIII secolo, zanna di tricheco

5 / Scultura “Il cavaliere di bronzo”

Riproduzione in scala del celebre monumento a Pietro il Grande di Étienne Falconet, XVIII secolo. zanna di mammut, zanna di tricheco

6 / Composizione scultorea “La misericordia del samaritano”

1803, zanna di tricheco

7 / Icona “L’ultima cena”

Inizio XIX secolo, zanna di tricheco

Dal 5 febbraio al 4 aprile 2021, il Cremlino di Mosca ospiterà una mostra di opere d’arte russa di intaglio in osso donate al museo dal collezionista Mikhail Karisalov (1973-)


Cosa c’è all’interno del Cremlino di Mosca? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie