I sette “migliori” spietati gangster russi del cinema

Antoine Fuqua/Columbia Pictures Corporation, 2014
Se amate gli stereotipi, e in particolare quello del russo brutale e assetato di sangue, andrete pazzi per questi personaggi da film

1 / Nikolaj Luzhin – “La promessa dell’assassino”, 2007

Nikolaj è un “ripulitore” della mafia russa a Londra: rimuove prove e corpi dalle scene del crimine. Inoltre fa da autista al suo capo. Ambizioso e saggio, è in ascesa e ha tutte le possibilità di diventare lui stesso un boss, all’insaputa dei suoi amici gangster. Ma Nikolaj non è quello che pensano sia…

Viggo Mortensen ha preso molto sul serio il ruolo. Si recò in Russia prima delle riprese, contattò ex criminali, passò molti giorni a studiare tradizioni, tatuaggi e modi di parlare della mafia. I suoi sforzi non furono vani, la sua interpretazione in questo film diretto da David Cronenberg gli valse una nomination all’Oscar.

2 / Teddy – “The Equalizer - Il vendicatore”, 2014

Nikolaj Itchenko, noto come “Teddy”, è un grande sicario russo. Ha anche tendenze psicopatiche. Questa non è la prima volta che Marton Csokas, un neozelandese dalle radici ungheresi, interpretava un russo: ricordate Yorgi nel film “xXx”, in cui recitava anche Asia Argento? Teddy non è certamente la persona che vorreste incontrare in un vicolo buio.

3 / Terek Murad – “The Jackal”, 1997

Dopo che suo fratello è stato assassinato, il boss della mafia Terek Murad cerca disperatamente vendetta. Non si tira indietro e offre a un assassino, noto come “The Jackal” (Bruce Willis), 70 milioni di dollari per uccidere un pezzo grosso americano. Molto grosso…

4 / Viggo Tarasov – “John Wick”, 2014

Il boss Tarasov non è solo un bandito spericolato con un grande talento nell’uccidere la gente, ma è anche incredibilmente intelligente. Tuttavia, i modi da idiota di suo figlio lo mettono nei guai con l’assassino professionista John Wick, che da qualche anno si era ritirato, ma che ora è pronto a vendicarsi. Dopo che Tarasov mobilita il suo enorme esercito di scagnozzi, si scatena l’inferno.

5 / Teddy Kgb – “Il giocatore - Rounders”, 1998

Teddy Kgb è un boss potente circondato da un piccolo esercito di scagnozzi, ma è difficile prenderlo sul serio perché il tentativo di John Malkovich di accento russo va al di là della comicità.

6 / Viktor Rostavili – “Danko”, 1988

Il capo della mafia sovietica Viktor Rostavilli è un killer spietato che non ha idea di cosa siano onore e moralità. Il suo coraggio non può essere messo in discussione, anche se si trova davanti quella montagna d’uomo di Ivan Danko (Arnold Schwarzenegger) più di una volta.

7 / Boris ‘Lametta’ – “Snatch - Lo strappo”, 2000

Boris “Lametta”, detto anche “schiva-pallottole”, è sicuramente il gangster russo numero uno del cinema. Dopo aver lasciato il Kgb, si è inizialmente tuffato nel mondo criminale di Londra, soprattutto vendendo armi.

L’attore croato Rade Šerbedžija si è calato così bene il ruolo, che sia una band deathcore australiana che un fossile di pliosauro recentemente scoperto prendono il nome dal personaggio da lui interpretato.

Dieci “bravi ragazzi russi” ritratti nei film di Hollywood

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie