Dieci “bravi ragazzi russi” ritratti nei film di Hollywood

Giozef Zito/Abramoff Production Scorpion, Film Production, 1988
I russi al cinema sono spesso descritti come eterni cattivi. Ma questi blockbuster smentiscono molti luoghi comuni

1 Nikolai in “Predators” (2010)

Questo brutale commando russo armato è stato strappato da un campo di battaglia in Cecenia e portato su un pianeta alieno per essere cacciato dai Predator. Nonostante sia stato addestrato come una macchina assassina, alla fine Nikolai sacrifica la propria vita per salvare un altro uomo.

2 Ilya Kuryakin in “Operazione U.N.C.L.E.”

L’agente del KGB Ilya Kuryakin è apparso per la prima volta nella serie “Organizzazione U.N.C.L.E.” (The Man from U.N.C.L.E.) negli anni Sessanta come personaggio minore. Ma il pubblico se ne è innamorato a tal punto che gli sceneggiatori lo hanno promosso a protagonista. Il suo compito è quello di combattere e sconfiggere i cattivi di ogni paese. 

3 Natasha Romanoff in “The Avengers”

Esperta di arti marziali e genio dello spionaggio, Natasha Romanoff è uno dei personaggi principali del film “The Avengers”. Conosciuta anche come Vedova Nera, Natasha è una delle figure principali nella macchina di Marvel.

4 Vladimir Ivanov in “Mosca a New York” (1984)

Durante una tournée negli Stati Uniti, Vladimir Ivanov che lavora come sassofonista in un circo di Mosca decide di chiedere asilo politico e rimane a New York. La vita dall’altra parte dell’Oceano non è così come se la immaginava, ma rientrare in patria, dove regnano la censura e il totalitarismo, non è per lui un’opzione.

5 Ivan Danko in “Danko” (1988)

Il capitano della milizia sovietica Ivan Danko, interpretato da Arnold Schwarzenegger, è uno dei personaggi russi più riconoscibili di Hollywood e rappresenta il vero e proprio stereotipo della Russia: un ammasso di muscoli privo di emozioni dall’aspetto losco. A parte ciò, è una figura onesta, leale, coraggiosa e sa come tenere a bada i cattivi.

6 Pavel Chekhov in “Star Trek”

Secondo il creatore di “Star Trek” Gene Roddenberry, il personaggio di Pavel Chekhov sarebbe nato dopo un articolo apparso sul quotidiano sovietico Pravda, nel quale si faceva notare che, nonostante l’Urss fosse un paese all’avanguardia nell’esplorazione spaziale, nessun russo faceva parte dell’equipaggio dell’Enterprise. 

7 Natasha Chenkova in “Salt” (2010)

Angelina Jolie interpreta l’agente della CIA Evelyn Salt che di fatto è la spia russa Natasha Chenkova. Dopo molti anni di permanenza negli Stati Uniti, Natasha si è affezionata molto a questo paese e avvia una lotta contro i suoi ex compagni del KGB che lavorano come agenti segreti.

8 Nikolay Radchenko in “Scorpione rosso” (1989)

Proprio come Evelyn Salt, anche Nikolay Radchenko è un “bravo ragazzo” che ha tradito “i suoi amici cattivi”. Durante l’intervento sovietico in un paese sconosciuto dell’Africa, Radchenko si dimostra uno spietato soldato, ma dopo aver visto i sovietici commetere ogni tipo di atrocità contro la gente del posto, cambia alleanze.

9 Vasily Zaitsev in “Il nemico alle porte” (2001)

Vasily Zaitsev è un cecchino eccezionale che affronta i tedeschi durante la battaglia di Stalingrado. Ma Zaitsev nel film è sorprendentemente diverso dagli altri russi del film: è coraggioso e sempre pronto ad aiutare i propri compagnia. Ma non dimostra nessuna pietà ai nemici della propria madrepatria.

10 Lev Andropov in “Armageddon” (1998)

Il cosmonauta russo Lev Andropov porta addosso il peso di tutti gli stereotipi russi. Sempre ubriaco, indossa un colbacco nello spazio e riesce a riparare la sua vecchia stazione spaziale ormai a pezzi semplicemente colpendola con una sbarra di ferro. Lev riesce a salvare l’equipaggio dell’astronave, che a sua volta salverà il pianeta Terra.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie