Il padiglione russo ha vinto il terzo premio alla Triennale di Milano

Giovanni Emilio Galanello
Una interessante esibizione sulla Moscova si è aggiudicata lo Wax Bee Award alla mostra che si è aperta il 1º marzo e che sarà visitabile per sei mesi

L’esposizione del padiglione russo alla XXII Triennale di Milano (che si è aperta il 1º marzo e si concluderà il 1º settembre prossimo, con il tema “Broken Nature: Design Takes on Human Survival”) si è aggiudicata il terzo posto. Medaglia non di bronzo ma di cera: il premio ricevuto è infatti lo Wax Bee Award, un’ape di cera scolpita da Bona Calvi.

L’esposizione russa si intitola “Vremja Moskvy-rekì” (in inglese: “The Moscow River Age”; “L’epoca della Moscova”) e, come si legge nelle motivazioni della giuria “rivela il ruolo simbiotico svolto dal fiume nel dar vita alla città. Tramite una scaletta di vignette visive divertenti ed elegantemente presentata, i progettisti intrecciano una sofisticata narrativa del fiume, che lo rende vivo. La giuria è stata affascinata dall’uso del passato e del futuro per ricordarci che questo è il momento di agire.” 

La mostra appare come un insieme di 38 armadietti, ognuno dei quali è datato con un preciso anno. Al loro interno ci sono vari artefatti: schermi, disegni, plastici e oggetti. Raccontano la storia della Moscova nel corso di 200 anni, dal 1919 al 2119. Dentro il padiglione si può ascoltare “Radio Moscova” e uno degli armadietti permette di cambiare frequenza: ce ne sono quattro a disposizione.

A quanto afferma il coordinatore dell’esposizione russa, Bogdan Perich, il progetto è un tentativo di raccontare come il rapporto con la natura non possa dipendere dalla politica o da chi è al potere, ma debba passare di generazione in generazione. “Chi abita in città”, ha aggiunto, “deve provare un senso di responsabilità nei confronti della natura della propria città, inclusi i suoi parchi e i suoi fiumi”. 

Il primo premio, l’Ape d’oro, è andato all’Australia, per il lavoro “Teatro della Terra Alienata”, che rende pubblico il dramma dello sbiancamento massiccio della Grande Barriera Corallina. e il secondo premio, “l’Ape nera”, all’Austria per il progetto “Circular Flows: The Toilet Revolution!” 

All’apertura ufficiale, il 28 febbraio, erano presenti il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, e Stefano Boeri e Paola Antonelli, rispettivamente presidente e curatrice della XXII Triennale di Milano.

 

Dieci nomi nuovi che stanno definendo il futuro dellarte russa 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie