All’Arena di Verona la prima europea del musical su ghiaccio “Romeo & Juliet”

Ufficio stampa
Sul palco i grandi campioni russi di pattinaggio, diretti dal coreografo dei Mondiali di calcio Ilya Averbukh. Uno spettacolo monumentale che rende omaggio al dramma shakespeariano, rappresentato con tecnologie sceniche innovative ed effetti speciali. Seconda data in Italia, il 19 e 20 ottobre a Torino

Un allestimento monumentale, tecnologie sceniche innovative ed effetti speciali. Sul palco, i pattinatori e campioni olimpici - oltre che due volte campioni del mondo e cinque volte campioni europei - Tatiana Totmianina e Maksim Marinin. È lo spettacolo “Romeo & Juliet”, il musical su ghiaccio diretto dal coreografo dei Mondiali di calcio 2018 Ilya Averbukh, che approda a Verona per la prima tappa europea. Appuntamento, il 6 ottobre all’Arena scaligera.

Sotto i riflettori insieme a Totmianina e Marinin (nei panni dei celebri amanti shakespeariani) ci saranno anche altri pluripremiati sportivi, oltre ad artisti, cantanti e ballerini, per una super produzione che coinvolge 250 professionisti. 

Realizzato in collaborazione con l’associazione Conoscere Eurasia in veste di partner ufficiale dell’evento, le Stagioni Russe in Italia e il Comune di Verona, lo spettacolo vanta un allestimento enorme, pur conservando una grande attenzione alla narrazione, alla cura dei dettagli e alla musica. Non mancheranno infatti arie di Mozart, Prokofiev, Bach e Mendelssohn, alternate a brani originali composti dal maggior compositore russo per musical, Roman Ignatiev.

“Si tratta di uno spettacolo unico – ha spiegato Antonio Fallico, presidente dell’associazione Conoscere Eurasia –, un tributo a William Shakespeare, ma anche alla città teatro di questo amore leggendario. Per questo Ilya Averbukh ha lavorato affinché la storia di Romeo e Giulietta, dopo aver conquistato oltre un milione di persone in Russia lo scorso anno, riprendesse vita anche in Italia proprio a partire da Verona”.

Sarà poi Torino (19 - 20 ottobre) a ospitare il secondo e ultimo appuntamento europeo del musical che, dopo aver trasformato anche il Palavela in una pista di pattinaggio da 1.250 metri quadrati, darà spettacolo nel 2019 negli Stati Uniti e in Cina. I due eventi italiani si inseriscono nel programma del festival “Le stagioni russe”, un progetto internazionale di promozione culturale voluto dal Governo russo che, dopo il Giappone nel 2017, vede quest’anno l’Italia protagonista di oltre 40 appuntamenti tra arte e musica.

Classe 1973, il produttore russo Ilya Averbukh è stato a sua volta un pattinatore iridato, campione del mondo e argento olimpico, e ha contribuito alla realizzazione delle più famose cerimonie sportive, come i Mondiali di calcio 2018, i Giochi Olimpici di Sochi e i Campionati mondiali di Hockey. Tra le stelle dell’ice skating figurano nel cast anche Roman Kostomarov (campione olimpico di Torino 2006, due volte campione del mondo e tre volte campione europeo), Aleksej Yagudin (campione olimpico, due volte campione del mondo e tre volte campione europeo) e Albena Denkova e Maksim Stavinsky (due volte campioni del mondo di danza su ghiaccio).

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie