Cinque musei di arte russa che potete ammirare all’estero

Legion Media
In Europa esistono varie collezioni dedicate alla produzione artistica russa. Dalle uova Faberge esposte in Germania alle opere classiche in mostra a Malaga, abbiamo selezionato per voi le gallerie più interessanti

L’arte russa è apprezzata in tutto il mondo e la si può ammirare anche in Europa e negli Stati Uniti, grazie a musei e fondazioni che tengono vivi i rapporti culturali con la terra degli zar.
Collezione del Museo Russo, Malaga, Spagna

Questo ramo del famoso museo di San Pietroburgo ha aperto i battenti nel 2015 in Andalusia, all’interno di una ex fabbrica di tabacco. Tutte le spese per l’inaugurazione sono state sostenute dalla Spagna. Il museo ospita mostre in cui è possibile ammirare sia opere classiche di artisti russi sia i lavori di pittori contemporanei.
Museo statale di Arte contemporanea, Salonicco, Grecia

Questo museo è basato sulla collezione di George Costakis, originario della Grecia, che dopo la Seconda guerra mondiale ha iniziato a collezionare opere d’arte delle avanguardie russe. La sua collezione vanta 1.200 capolavori. Si è trasferito in Grecia negli anni Settanta e dopo la sua morte parte della sua collezione è stata trasferita a Salonicco.
Museo Faberge, Baden Baden, Germania

Nella località termale nella Germania sud-occidentale, al confine con la Francia, si possono ammirare più di 800 opere della prestigiosa azienda di gioielleria di epoca imperiale. Si tratta di una delle più grandi collezioni al mondo e comprende non solo le famose uova, ma anche orologi smaltati da tavolo, portasigarette e tanto altro ancora.
Le Musee National Message Biblique Marc Chagall, Nice, France

La perla di questo museo è composta da un gruppo di 17 dipinti realizzati nel 1962-1967 e raffiguranti l’Antico Testamento che Marc Chagall e sua moglie Valentina donarono al governo francese. Il Museo nazionale di Chagall è stato inaugurato nel 1973.
Museo di Arte russa, Jersey City, Usa

Il Museo di Arte russa (MoRA) ha aperto nel 1980 ed è dedicato all’arte non conformista sovietica degli anni ’50 e ’80. La collezione comprende lavori di Vladimir Ovchinnikov, Ernst Neizvestny e Anatoly Belkin. Il museo organizza molte esibizioni temporanee e porta avanti i rapporti culturali tra i due paesi.

Leggi anche: Quei colori perduti e ritrovati, 4 pittori daltonici che riuscirono a creare grandi capolavori 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie