Cinema, le collaborazioni tra Urss e paesi asiatici che portarono all’Oscar

Nella seconda metà del Novecento in Unione Sovietica furono realizzate diverse co-produzioni con l’India e il Giappone: vi presentiamo le migliori

Journey Beyond Three Seas (URSS, India, 1957)

Racconta la storia del commerciante russo Afanasy Nikitin che nel XV secolo intraprese un viaggio in India, dove si innamorò di una ragazza del posto. Fu il primo film indiano-sovietico, realizzato nel momento di massima cooperazione bilaterale tre le due nazioni.
We Stand United (URSS, China, 1959)

Dei vecchi amici, che si erano conosciuti anni addietro in Unione Sovietica, si ritrovano nel cantiere dove si sta costruendo una nuova centrale idroelettrica in Cina. E si ritrovano a dover fermare l’inondazione del fiume, che sta compromettendo la costruzione del nuovo impianto.
Little Runner (URSS, Giappone, 1966)

Un ragazzino giapponese di nome Kem si imbarca segretamente a bordo di una nave sovietica. È alla ricerca di suo padre, che crede viva in Unione Sovietica. Una volta giunto a destinazione incontra il famoso clown Yuri Nikulin che non solo lo aiuta nella sua ricerca, ma gli dà anche l’opportunità di studiare e diventare un grande musicista. Il film venne realizzato in omaggio alla firma della dichiarazione congiunta sovietico-giapponese che sanciva la fine della guerra e la ripresa dei rapporti diplomatici tra i due paesi.
Moscow, My Love (URSS, Giappone, 1974)

Questo dramma sovietico-giapponese racconta la storia di Yuriko Ono, che arriva a Mosca per studiare danza classica. Lì si innamora del moscovita Volodya. Sfortunatamente la loro felicità non dura a lungo...
Dersu Uzala (URSS, Giappone, 1975)

Il film sovietico-giapponese più conosciuto è di sicuro “Dersu Uzala”, diretto dal famoso Akira Kurosava. Racconta le avventure dell’esploratore Vladimir Arsenyev e del cacciatore nomade Goldi nell’Estremo oriente russo all’inizio del XX secolo. Nel 1976 il film ha vinto l’Oscar come miglior film in lingua straniera.
Rikki-Tikki-Tavi (URSS, India, 1975)

Basato sull’omonimo racconto di Rudyard Kipling, il film racconta la storia di una piccola mangusta che diventa amica di una famiglia britannica che vive in India e la protegge dai cobra...
Le avventure di Ali Babà e dei 40 ladroni (URSS, India, 1980)

Il protagonista di questa favola è Ali Babà, il leggendario personaggio delle storie delle Mille e una notte. Il film è stato girato in India e nelle repubbliche sovietiche del Tagikistan e dell’Uzbekistan con la partecipazione di vari attori famosi provenienti dall’Asia centrale.
Shikari (URSS, India, 1991)

Questo film d’azione, con protagonista Mithun Chakraborty, racconta la storia di Shankar, che si guadagna da vivere organizzando spettacoli di strada. Poi, un giorno, un circo sovietico in tourneé in India gli offre un lavoro. Lì Shankar si innamora di una ragazza russa, Natalia, ma all’improvviso le cose iniziano a prendere una brutta piega...

Cinque film che vi aiuteranno a capire meglio la lingua e la cultura russa 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie