Sei libri da leggere prima del vostro viaggio in Russia per i Mondiali di Calcio

Getty Images
Immergetevi nelle atmosfere più autentiche di questo paese. Come? Rivivendo luoghi, storie e personaggi narrati da alcuni dei grandi capolavori della letteratura russa

Aleksandr Pushkin – Boris Godunov

Immaginate di arrivare a Mosca e chiedervi quale debba essere il luogo da visitare prima dell’inizio della partita di calcio. Bhe, la risposta è facile: la Piazza Rossa, ovviamente. Circondata da negozi e ristoranti di lusso, questa meravigliosa piazza quattro secoli fa fu teatro di scontri ed esecuzioni pubbliche.
Ad esempio, dopo la morte prematura dell’ultimo figlio di Ivan il Terribile, non era chiaro chi avrebbe governato il paese. E Boris Godunov fu scelto da una tumultuosa folla in Piazza Rossa.
Nel suo dramma in versi, il geniale poeta russo raccontò l’Epoca dei Torbidi e le vicende che ruotarono attorno a questo zar che regnò dal 1598 fino al giorno della sua morte.
Mikhail Bulgakov – Il Maestro e Margherita

Si tratta di uno dei romanzi preferiti dei moscoviti. Quindi, se volete generare una certa impressione sugli abitanti del posto, sorprendeteli con qualche citazione tratta da “Il Maestro e Margherita”. Concedetevi poi una passeggiata lungo gli Stagni del Patriarca, dove si svolgono le scene iniziali del romanzo, oggi quartiere alla moda e ricco di bar. Lì troverete addirittura un cartello stradale che recita “Vietato parlare con gli sconosciuti”: un ironico omaggio al libro.
Nikolaj Gogol – Racconti di Pietroburgo

Siamo sicuri che molti tifosi di calcio si recheranno anche a San Pietroburgo. Ottima scelta! E visto che la città è stata per molto tempo capitale di Russia, molti scrittori e artisti hanno vissuto lì e lì hanno partorito le loro opere. Ricordate Dostoevskij? Lui, ovviamente, era uno di loro.
Gogol, al contrario di Dostoevskij, non vi condurrà in un percorso tetro e depressivo: leggete, ad esempio, “La prospettiva Nevskij” di Gogol, una storia dove vengono ritratti i personaggi che anche voi potreste incrociare sulla via principale della città. Gogol scrisse questo racconto nel XIX secolo, ma siamo sicuri che certi volti si potrebbero incrociare ancora oggi.
“Il cappotto”, invece, racconta la storia di un povero funzionario statale cui rubano il principale tesoro: il suo cappotto nuovo. Vi farete grasse risate anche con “Il naso”, anch’esso inserito nella raccolta “Racconti di Pietroburgo”.
Ilya Ilf e Evgeny Petrov – Le dodici sedie

Preparatevi a ridere! “Le dodici sedie” è probabilmente il libro più famoso e riuscito di questa coppia di autori sovietici. Narra la storia della rocambolesca ricerca di una grande eredità, lasciata dall’anziana suocera di uno dei protagonisti, che ha nascosto il prezioso tesoro all’interno dell’imbottitura di alcune sedie.
Merita di essere visto anche l’omonimo film sovietico.
Ivan Bunin – Viali oscuri

Siamo pronti a scommettere che molti giovani stranieri, in Russia per i Mondiali, si lanceranno alla ricerca di qualche bella ragazza russa da conquistare. Se sognate un’esperienza romantica e piccante, e se volete capire meglio l’indole delle donne dell’est, vi consigliamo questa raccolta di racconti.
Vladimir Nabokov – Parla. Ricordo

Questa è l’autobiografia dell’autore di Lolita, uno degli scrittori russi più geniali e apprezzati. Il libro è stato scritto in inglese durante la permanenza negli Stati Uniti da parte dello scrittore. Con questa lettura riuscirete a capire come sono cambiate le vite delle persone durante la Rivoluzione e la guerra civile.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie