Vietato parlare con gli sconosciuti: i cartelli stradali più bizzarri

Evgenij Biyatov/RIA Novosti
Ironici, divertenti, motivazionali. In diverse città della Russia sono stati insallati segnali veramente inaspettati

“Attenzione, trichechi!”. Il cartello è stato installato nel padiglione della Chukotka in occasione del Forum economico orientale del 2016 a Vladivostok. Il distretto autonomo della Chukotka è popolato da diversi trichechi del Pacifico. Fonte: Evgenij Biyatov/RIA Novosti“Attenzione, trichechi!”. Il cartello è stato installato nel padiglione della Chukotka in occasione del Forum economico orientale del 2016 a Vladivostok. Il distretto autonomo della Chukotka è popolato da diversi trichechi del Pacifico. Fonte: Evgenij Biyatov/RIA Novosti Olkhon è un’isola situata nel lago più grande del mondo, il lago Bajkal.  In inverno, quando l’acqua si congela, appaiono diversi segnali per le automobili che si avventurano sulla superficie ghiacciata del lago. I cartelli possono indicare: “Peso massimo autorizzato 5 tonnellate” o “Velocità massima 10 km/h”. Fonte: Vladimir Smirnov/RIA NovostiOlkhon è un’isola situata nel lago più grande del mondo, il lago Bajkal. In inverno, quando l’acqua si congela, appaiono diversi segnali per le automobili che si avventurano sulla superficie ghiacciata del lago. I cartelli possono indicare: “Peso massimo autorizzato 5 tonnellate” o “Velocità massima 10 km/h”. Fonte: Vladimir Smirnov/RIA Novosti

Il cartello “Attenzione, cacciatori di Pokemon” è stato installato a San Pietroburgo in una zona ad alta concentrazione di Pokemon virtuali per il videogioco Pokemon GO. In poco tempo però questo segnale è stato rimosso

Nel centro espositivo Sokolniki di Mosca è apparso il cartello “Attenzione, zombie” e avverte gli automobilisti della possibile presenza di pedoni che attraversano la strada fissando il cellulare. Fonte: Moskva AgencyNel centro espositivo Sokolniki di Mosca è apparso il cartello “Attenzione, zombie” e avverte gli automobilisti della possibile presenza di pedoni che attraversano la strada fissando il cellulare. Fonte: Moskva Agency“Attenzione, scoiattoli” è apparso a San Pietroburgo, in un quartiere dove capita spesso di incrociare questi piccoli roditori. Fonte: Danil Churilov“Attenzione, scoiattoli” è apparso a San Pietroburgo, in un quartiere dove capita spesso di incrociare questi piccoli roditori. Fonte: Danil ChurilovAnche la Russia ha la sua piccolo Parigi (nella foto, un segnale che indica la direzione per arrivare per l’appunto a Parigi). Si trova nel distretto di Nagaibakskij, nella regione di Chelyabinsk. Nella Parigi russa esiste anche una riproduzione della Torre Eiffel, eretta nel 2005, utilizzata come torre per le telecomunicazioni. Fonte: Vladimir Fedorenko/RIA NovostiAnche la Russia ha la sua piccolo Parigi (nella foto, un segnale che indica la direzione per arrivare per l’appunto a Parigi). Si trova nel distretto di Nagaibakskij, nella regione di Chelyabinsk. Nella Parigi russa esiste anche una riproduzione della Torre Eiffel, eretta nel 2005, utilizzata come torre per le telecomunicazioni. Fonte: Vladimir Fedorenko/RIA NovostiNella città di Barnaul l’anno scorso sono apparsi strani cartelli stradali con le immagini di alcuni animali. Si tratta di segnali che vogliono attirare l’attenzione dei conducenti sulle norme del traffico: coloro che non rispettano le regole vengono paragonati a capre e pecore. Fonte: Amministrazione della città BarnaulNella città di Barnaul l’anno scorso sono apparsi strani cartelli stradali con le immagini di alcuni animali. Si tratta di segnali che vogliono attirare l’attenzione dei conducenti sulle norme del traffico: coloro che non rispettano le regole vengono paragonati a capre e pecore. Fonte: Amministrazione della città BarnaulIl cartello “Vietato parlare con gli sconosciuti” installato negli Stagni del Patriarca a Mosca non è altro che un omaggio al libro “Il maestro e Margherita” di Bulgakov, la cui scena iniziale è ambientata proprio sulle rive di questo famoso laghetto. Nel segnale sono raffigurati i personaggi del capitolo iniziale del romanzo. fonte: Evgenij Biyatov/RIA NovostiIl cartello “Vietato parlare con gli sconosciuti” installato negli Stagni del Patriarca a Mosca non è altro che un omaggio al libro “Il maestro e Margherita” di Bulgakov, la cui scena iniziale è ambientata proprio sulle rive di questo famoso laghetto. Nel segnale sono raffigurati i personaggi del capitolo iniziale del romanzo. fonte: Evgenij Biyatov/RIA Novosti

Il collettivo artistico Yav ha distribuito a San Pietroburgo insoliti cartelli con scritte motivazionali. Davanti al Museo Russo si trova quello con la scritta “Metti in moto il cervello”

Il cartello “Attenzione, carri armati” viene installato durante le esercitazioni militari nei poligoni o alle esposizioni di tecnica militare. Fonte: Pavel Lisitsyn/RIA NovostiIl cartello “Attenzione, carri armati” viene installato durante le esercitazioni militari nei poligoni o alle esposizioni di tecnica militare. Fonte: Pavel Lisitsyn/RIA Novosti

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale