Russia: la protesta artistica contro il malfunzionamento dei trasporti locali

Succede nella città di Arzamas, dove gli autobus sono molto vecchi e i ritardi all’ordine del giorno. Così un collettivo di fotografi ha deciso di far sentire la propria voce all’amministrazione cittadina in modo creativo

Un collettivo di artisti di Arzamas (una città quasi 500 chilometri a est di Mosca) ha realizzato una serie di fotografie che si fa beffe delle carenze del trasporto pubblico in città, cercando, in questo modo insolito, di attirare l’attenzione dell’amministrazione cittadina.

Nella foto:

Il loro progetto fotografico si rivolge alle autorità locali chiedendo di rinnovare la scarna flotta di autobus della città (quasi tutti dei vecchissimi LiAz-677, un modello prodotto massivamente dal 1967 al 1994). Gli artisti posano alle fermate aspettando un autobus in tenda o alla scrivania, un’allusione ai frequenti ritardi e alla estrema insufficienza della flotta di autobus. Sono fotografati anche all’interno di bus scassati, mentre evidenziano il loro stato derelitto.

Nella foto:

“Sfortunatamente, questa è la realtà: solo poche decine di mezzi sono in servizio, e spesso si rompono lungo la strada, e a volte piove dentro anche se fuori non sta piovendo, e nessuno conosce il loro orario,” ha detto Aleksandr Gotfrid, a capo dell’Arzastrakhan art team. Gli artisti sperano di migliorare la situazione con il loro progetto.

Nella foto:
Nella foto:
Nella foto:
Nella foto:

Vi piacciono questo tipo di proteste creative? Sapete che a San Pietroburgo, sempre per impulso di unartista locale, Tasha Konkina, c’èil mitico Binario 9 ¾ di Harry Potter? Leggete perché.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più