Forum culturale internazionale di San Pietroburgo: sarà l’Italia il Paese ospite

Forum culturale di San Pietroburgo
Per il grande evento la Russia ha scelto il Belpaese. “Dimostrazione degli ottimi rapporti tra le due nazioni”. La kermesse si svolgerà a novembre e vedrà la partecipazione di importanti esponenti del mondo artistico

Sarà l’Italia il Paese-ospite del Forum culturale internazionale di San Pietroburgo, che si svolgerà dal 15 al 17 novembre 2018 nella città fondata da Pietro il Grande. La notizia è stata annunciata dall’ufficio stampa del Forum. 

“L’Italia partecipertà alla VII edizione del Forum internazionale della cultura con lo status ufficiale di Paese-ospite – si legge in una nota, ripresa dall’agenzia Tass -. Questo status dimostra le relazioni amichevoli e di partnership tra i due paesi e sottolinea non solo il continuo sviluppo dei rapporti, ma anche l’importanza della cooperazione fra questi due Stati”. 

In occasione del forum il Paese-ospite dovrà elaborare un proprio programma che prevede la partecipazione di esponenti del mondo culturale: artisti, letterati, collettivi artistici. I partecipanti saranno tra i protagonisti degli eventi culturali del Forum. 

“Tra i compiti del Paese-ospite ci sarà quello di elaborare un programma che presenti al pubblico la propria cultura, attraverso eventi pubblici inseriti nella programmazione del festival”, conclude la nota. 

Il 2018 si rivela così un anno fortunato per le relazioni tra i due Paesi: si è da poco aperto a Roma, infatti, il festival “Stagioni russe”, il festival globale della cultura russa la cui prima edizione si è svolta nel 2017 in Giappone. In occasione di questo evento 40 città italiane accoglieranno concerti, rappresentazioni e incontri che coinvolgeranno artisti, musei, registi e gruppi musicali della Federazione, per un progetto colossale che prevede 3 milioni di spettatori. Per saperne di più sulle “Stagioni russe” cliccate qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie