I segreti dell’Ermitage svelati da un film in realtà virtuale

Konstantin Khabensky (a sinistra)

Konstantin Khabensky (a sinistra)

Ufficio stampa
Un cortometraggio a 360 gradi accompagnerà gli spettatori alla scoperta dei miti e delle leggende legati al celebre museo di San Pietroburgo

Se il vostro sogno è sempre stato quello di fare un viaggio indietro nel tempo, allora non potete perdervi il nuovo film realizzato dal museo Ermitage di San Pietroburgo. Il cortometraggio, realizzato con una tecnica di realtà virtuale a 360 gradi, condurrà gli spettatori nel passato alla scoperta di come nacque questa straordinaria collezione, svelando poi miti, segreti e leggende sulle inestimabili opere d’arte del tempio russo dell’arte.

Nel ruolo principale, l’attore russo Kostantin Khabenskij, che interpreta un carismatico personaggio dell’epoca di Caterina La Grande capace di guidare gli spettatori lungo i cortili, le gallerie e le collezioni dei musei. Alle riprese ha partecipato anche Mikhail Piotrovskij, leggendario direttore dell’Ermitage.

Nato come reggia imperiale per la famiglia degli zar, l’Ermitage, oltre a essere uno dei musei più visitati in assoluto, oggi custodisce una delle più importanti collezioni d’arte del mondo. Progettato dall’architetto Bartolomeo Rastrelli, oggi l’Ermitage accoglie più di tre milioni di opere, anche se gli spazi espositivi possono metterne in mostra solo “solo” 60.000. Oltre ai capolavori di Caravaggio, Canova, Paul Cézanne, Leonardo da Vinci, Vincent Van Gogh, Pablo Picasso (solo per citarne alcuni), qui si possono ammirare interessanti sezioni dedicate alle antichità egizie, greche e romane, agli argenti russi, all'arte sasanide e all'arte degli Sciti.

La prima del film è stata presentata il 21 luglio in un cinema di San Pietroburgo specializzato in realtà virtuale.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale