L’arte dei gioielli esposta al Cremlino

Gli gioelli fatti da Ilgiz Fazulzyanov.

Gli gioelli fatti da Ilgiz Fazulzyanov.

: ufficio stampa
I capolavori del gioielliere Ilgiz Fazulzyanov, realizzati in collaborazione con la Maison Bovet, saranno in mostra a Mosca fino al 31 luglio 2016

“Un vero maestro. Un grande artista e gioielliere”. È stato definito così dalla direttrice del Museo del Cremlino Elena Gagarina l’artista e gioielliere Ilgiz Fazulzyanov. Dal 1° aprile 2016, infatti, al Cremlino di Mosca il pubblico potrà ammirare una retrospettiva dedicata alle sue creazioni. 

L’esposizione mette in risalto il risultato della collaborazione tra l’artista e la Maison Bovet, che ha dato vita a preziosi modelli di orologi, per uomini e donne, decorati con gli smalti di Fazulzyanov. 

 
1/0
 

Pascal Raffy, proprietario della Maison Bovet, racconta di aver visto per la prima volta le opere dell’artista nell’ottobre 2013 nella vetrina di una gioielleria a Ginevra. E di esserne stato estremamente colpito. “Un vero artista! Un genio!”, ha esclamato. E da quel momento Raffy ha deciso di voler collaborare con lui. Così come racconta lo stesso Pascal Raffy, in 200 anni di storia la sua Maison ha collaborato con quattro artisti occidentali, ma è la prima volta che il lavoro di Bovt si intreccia con un artista russo. 

Molte opere di Fazulzyanov prendono ispirazione dall’art nouveau. Ma, per realizzare i suoi lavori, l’artista non rinuncia alle tecniche del passato, come la smaltatura a caldo. 

La mostra presenta oltre cento piccoli capolavori della gioielleria realizzati dall’artista nel corso degli ultimi vent’anni, fra cui il pendente “Fringuello” e gli orecchini e l’anello “Farfalle” che hanno vinto dei premio al Salone internazionale della Gioielleria di Hong Kong (International Jewellery Design Excellence Award) nel 2011 e 2013, e che si trovano attualmente al Museo del Cremlino. 

La mostra resterà aperta fino al 31 luglio 2016.

Per maggiori informazioni: www.kreml.ru 

 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta