Il braccialetto di granato: il dolce russo che rende omaggio all’amore

Olga Brovkina
Un morbido biscotto al cioccolato farcito con crema e ciliegie. Un dolce che si ispira all’omonimo romanzo breve scritto nel 1910 dall'autore russo Aleksandr Kuprin e che sorprenderà i vostri ospiti

“Il braccialetto di granato” è un romanzo breve scritto nel 1910 dall'autore russo Aleksandr Kuprin; parla dell'amore non corrisposto e delle emozioni sincere che tutte le donne sognano. Come si può intuire, per l’autore il braccialetto di granato è simbolo del vero amore.  

E visto che tra gli appassionati di cucina c’erano anche molti ammiratori del capolavoro di Kuprin, il romanzo russo si è rivelato fonte di ispirazione per varie ricette. Fra le tante, ricordiamo un’omonima insalata a base di semi di melograno, divenuta per molti anni un piatto estivo piuttosto gettonato.

Recentemente mi sono imbattuta in una ricetta analoga, ma fatta in chiave dolce: una torta a forma di “braccialetto” e ricoperta da scintillanti cubetti di gelatina che imitano i semi di melograno. La torta è composta da un morbido biscotto al cioccolato, farcito di crema e ciliegie. Un dolce straordinariamente delicato e delizioso!

Anche se questa ricetta non è tra le più facili e richiede tempo, vale certamente la pena di essere provata.

Ingredienti 

Per l'impasto:

  • 180 gr di farina
  • 180 gr di zucchero
  • 4 uova 
  • 25 gr di cacao in polvere
  • 70 ml di acqua
  • 5 gr di lievito in polvere
  • 1 pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 300 gr di ciliegie snocciolate

Per la gelatina:

  • 200 ml di acqua
  • 300 ml di succo di ciliegia
  • 7 gr di agar-agar
  • 50 gr di zucchero

Per lo sciroppo:

  • 2 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiai di succo di ciliegia

Per la glassa al cioccolato:

  • 90 gr di cioccolato
  • 60 gr di burro

Per la crema:

  • 250 gr di yogurt alla ciliegia
  • 500 ml di panna al 33-35%
  • 150 gr di zucchero
  • 20 gr di gelatina istantanea
  • 200 ml di succo di ciliegia

Preparazione:

Prendete uno stampo rotondo dal diametro di 26 cm con un foro al centro per cuocere il biscotto e rivestite il fondo con carta da forno. Per la pastella, scaldate l’acqua e portatela quasi a ebollizione, quindi spegnete il fuoco e lasciatela raffreddare. Mescolate la farina con il cacao in polvere e il lievito, e setacciate accuratamente.

Dividete i tuorli dagli albumi.

Sbattete gli albumi con un pizzico di sale e 2 cucchiai di zucchero fino a ottenere una consistenza molto densa. 

In una ciotola separata sbattete i tuorli; mescolando, versate gradualmente l'acqua calda e aggiungete lo zucchero. Sbattete bene per ottenere un impasto leggero: i tuorli dovrebbero risultare ariosi e mostrare la traccia lasciata dal mixer.

Mescolate gradualmente e delicatamente con una spatola i bianchi montati a neve e la miscela di farina nei tuorli montati. 

Versate la pastella in una pirofila e livellatela; cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti fino a ottenere un morbido pan di spagna.

Togliete il pan di spagna dal forno e lasciatelo raffreddare nella teglia. Poi rimuovetelo con attenzione. Lasciatelo riposare per 2-3 ore fino a quando si sarà completamente raffreddato. Potete anche cuocerlo la sera prima e lasciarlo raffreddare completamente fino al giorno dopo. In questo caso, quando il biscotto si sarà completamente raffreddato, dovrà essere avvolto in un pezzo di pellicola trasparente.

Tagliate il pan di spagna in tre dischi uguali.

Scongelate le ciliegie precedentemente surgelate, fatele bollire per 1-2 minuti e poi scolatele: useremo le ciliegie filtrate per gli strati; aggiungete il succo allo sciroppo e alla gelatina.

Per creare i “diamanti di melograno”, prepareremo la gelatina con l’agar-agar. Coprite l'agar con acqua fredda, mettetelo sul fuoco e scaldatelo fino a completo scioglimento. Versate il succo, aggiungete lo zucchero, portate a ebollizione e lasciate bollire per 3 minuti.

Versate la massa di gelatina in uno stampo e mettetela in frigorifero. Io ho usato una teglia di circa 20x30 cm e l'ho coperta con della pellicola trasparente.

Quando la massa si è indurita, tagliate la gelatina congelata a cubetti.

Per lo sciroppo, mescolate il succo di ciliegia e lo zucchero. Scaldate per sciogliere lo zucchero e lasciate raffreddare.

Per fare la glassa, scaldate il cioccolato e il burro, e mescolate fino a ottenere una massa omogenea.

Mettete da parte lo strato superiore di pan di spagna e cospargete gli strati inferiori e centrale con lo sciroppo di ciliegie; ma non usatelo tutto: vi servirà per lo strato superiore. Farcite poi gli strati inferiore e centrale con la glassa al cioccolato e lasciatela indurire.

Per la crema, coprite la gelatina con il succo di ciliegia e aspettate qualche minuto in modo che si gonfi; quindi scaldatela leggermente fino a quando si sarà completamente sciolta. Mescolate la soluzione di gelatina con yogurt e zucchero, e mettete da parte 1-2 cucchiai di zucchero per la crema di latte. Montate la panna fredda al 33% con il resto dello zucchero. Mescolate delicatamente la panna montata nello yogurt fino a ottenere una consistenza liscia. 

Mettete da parte ⅓-¼ della panna per coprire la parte superiore del pan di spagna; lasciate questa piccola quantità di panna fuori dal frigo in modo che si ammorbidisca, ma mettete il resto in frigorifero. Una volta raffreddata, la gelatina renderà la crema più densa. Assicuratevi di mescolare la crema in modo che si raffreddi uniformemente.

Mettete metà delle ciliegie sul fondo.

Trasferite metà della crema raffreddata sulla parte superiore e spalmate. Stendete lo strato centrale. Ricopritelo con la restante metà delle ciliegie e la restante metà della crema.

Ricoprite la parte superiore con il restante sciroppo di ciliegie; mettete in frigo la torta per 30 minuti.

Coprite la torta con un sottile strato della crema messa precedentemente da parte e mettetela in frigo per altri 10-15 minuti. Quindi coprite la torta con la crema rimanente e decorate con cubetti di gelatina di agar-agar.

Mettete la torta in frigorifero per 2-3 ore, fino a quando la crema si sarà del tutto indurita. La vostra torta è pronta.

LEGGI ANCHE: ​​Dobryninskij, quel dolce che unisce modernità e tradizione 



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie