Soft drink al sapore di Russia: kvas di ribes naturalmente frizzante (RICETTA)

Julia Mulino
Una bibita fresca e dissetante per la vostra estate, sana e facile da preparare

Il kvas è una delle bevande analcoliche più amate dai popoli slavi, il cui nome significa “acido” o “fermentato”. In effetti, è una bevanda frizzante naturale, prodotta attraverso il processo di fermentazione. È solitamente a base di pane di segale, e contiene aminoacidi liberi e altri microelementi che lo rendono particolarmente sano.

Quando preparo il kvas al ribes preferisco evitare il classico sapore di pane o lievito, perciò utilizzo l'uvetta, che avvia il processo di fermentazione adattandosi meglio al gusto del ribes. L'uvetta deve essere essiccata naturalmente e non trattata con conservanti. Non è necessario lavarla perché contiene dei batteri “buoni” che aiutano il processo.

Ingredienti:

  • Acqua - 2 litri
  • Ribes - 200 gr
  • Zucchero - 200 gr
  • Anice stellato - 4 pezzi
  • Uva passa - 80 gr

Preparazione:

Lavate accuratamente i ribes e schiacciateli in un pentolino per estrarne il succo. Evitate l'uso del mixer, altrimenti sarà difficile filtrare la bevanda in seguito.

Aggiungete lo zucchero e l’acqua ai ribes. Portate a ebollizione e togliete poi il pentolino dal fuoco. 

Aggiungete l'anice stellato per arricchire il sapore; coprite il pentolino con un coperchio e lasciate raffreddare la miscela a 30°C per circa 4-5 ore.

Filtrate la miscela.

Utilizzate bottiglie o barattoli sterilizzati. Aggiungete l'uvetta non lavata in ogni barattolo e versatevi la miscela. Chiudete la bottiglia ermeticamente.

Tenete le bottiglie all'aperto per 24 ore per avviare il processo di fermentazione. Dopodiché, mettetele in frigorifero. 

Se vedete l'uvetta galleggiare su e giù per la bottiglia significa che tutto sta andando bene e che il processo di fermentazione sta avvenendo correttamente.

Nell’arco di 5 giorni il vostro kvas di ribes sarà pronto per essere bevuto. Tenete a mente che conterrà un piccolo grado di alcol. 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie