Charodeyka, la torta sovietica con crema e pan di spagna che incanta i palati

Viktoria Drej
Il suo nome in russo significa “incantatrice” e non a caso è uno dei dolci più golosi di tutti i tempi: ecco la ricetta

La Charodeyka è da sempre una torta immancabile nelle vetrine delle pasticcerie russe; molto amata fin dall’epoca sovietica, è composta da due strati di pan di spagna uniti da una cascata di crema pasticcera e ricoperti da un goloso foglio di glassa al cioccolato. Non è un caso che il termine Charodeyka in russo significhi “incantatrice”.

Ha un gusto simile a quello del famoso “latte d’uccello” (Ptichje molokò, il leggendario dolce sovietico che potete preparare seguendo questa ricetta). La differenza è che la ricetta della Charodeyka è molto meno complicata perché, al posto del caratteristico sufflè del Ptichje molokò, che ricorda per l’appunto il latte fresco, la Charodeyka prevede uno strato di crema, ben più facile da preparare. 

Ingredienti per il pan di spagna:

  • 120 gr di farina comune
  • 120 gr di zucchero
  • 4 uova
  • ½ cucchiaino di lievito in polvere
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la crema:

  • 300 ml di latte
  • 70 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di amido di mais (o farina)
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia / zucchero
  • 200 ml di panna da cucina 
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la glassa:

  • 60 ml di latte
  • 30 gr di burro
  • 3 cucchiai di cacao in polvere
  • 2 cucchiai di zucchero 

Preparazione: 

Iniziate preparando il pan di spagna: in una ciotola capiente sbattete con il mixer le uova, lo zucchero e il sale, fino a ottenere un composto soffice e chiaro. Non abbiate fretta: sbattete senza interruzioni per almeno 7 minuti. 

Setacciate la farina e il lievito in polvere sulla superficie dell'impasto appena fatto con le uova e mescolate accuratamente con una spatola. Mescolate la farina molto delicatamente per evitare di rovinare il composto.

Quando gli ingredienti si saranno ben amalgamati, trasferite l’impasto in uno stampo ricoperto con un foglio di carta da forno. 

Cuocete in forno a 180°C per 30-40 minuti, quindi mettetelo da parte e lasciatelo raffreddare. Assicuratevi di non togliere il pan di spagna dalla forma prima che si sia completamente raffreddato.  

Nel frattempo preparate la crema pasticcera: in una pentola mescolate l'uovo, lo zucchero, la farina (o l'amido di mais) e un pizzico di sale; mescolate il tutto. 

Aggiungete la metà del latte, mescolate con una frusta fino a ottenere un composto omogeneo e scaldate leggermente a fuoco medio. Quando il composto sarà abbastanza caldo, aggiungete l'altra metà del latte e mescolate con energia e costanza; inizialmente il composto risulterà molto liquido, ma in un paio di minuti diventerà più denso e cremoso. È importante mescolare costantemente la crema per evitare la formazione di grumi. Quando la crema si sarà addensata, cuocetela per un altro minuto mescolando senza interruzione, quindi toglietela dal fuoco. Coprite la crema pasticcera con un involucro aderente che arrivi quasi a sfiorare la crema, per evitare che si formi la condensa; lasciatela raffreddare completamente in un angolo fresco. 

In una ciotola, frullate la panna fredda e mettetela da parte. 

Quando la crema pasticcera si sarà raffreddata del tutto, aggiungete la panna montata e mescolate delicatamente con una spatola.

A questo punto, togliete il pan di spagna dalla forma (anch’esso deve essersi nel frattempo raffreddato) e tagliatelo con cura in due strati uguali. 

Ora è il momento di assemblare la torta: disponete il primo strato di pan di spagna su un piatto e stendete il ripieno (mettete da parte un paio di cucchiai di crema: vi serviranno fra poco).

Coprite con il secondo strato di pan di spagna. Io di solito sistemo la metà “inferiore” del pan di spagna in cima alla torta, perché ha una forma più piatta e uniforme. 

Spalmate la crema che avete tenuto da parte (vedi punto 10) sulla superficie della torta. Questo passaggio è facoltativo, ma credo che renda la torta più invitante. Lasciatela riposare in frigo per circa 30 minuti prima di passare alla glassa.

Per la glassa: mescolate latte, cacao in polvere, zucchero e burro in una pentola e scaldate a fuoco basso. 

Mescolate costantemente la glassa fino a quando si addensa leggermente e diventa molto liscia e lucida.

Coprite ora la torta su tutti i lati con la glassa e mettetela in frigorifero per almeno 4-5 ore, meglio se per tutta la notte.

Godetevi il vostro delizioso Charodeyka con una tazza di buon caffè e... priyatnogo appetita!

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie