Dalle zuppe all’insalata: cinque gustosi piatti sovietici a base di mais

Legion Media
Il cereale è apparso sulle tavole solo nell’era di Krusciov, che ne incentivò la produzione. In breve tempo è diventato un ingrediente molto presente nella cucina locale: molto utilizzato soprattutto quello in scatola, che permette di preparare piatti veloci e saporiti

L’Urss non vantava grandi coltivazioni di mais. La situazione è cambiata negli anni ‘50, dopo la visita di Nikita Krusciov a una fattoria statunitense dove si coltivava il granturco. La piccola impresa era gestita da un contadino, un tal Roswell Garst, e quell’incontro ebbe un forte impatto sul leader sovietico e sulla successiva produzione del cereale nel paese. 

In breve tempo molti campi dell’Unione Sovietica furono adibiti alla coltivazione del grano, con buoni risultati in termini di qualità. Fu così che nella dieta della popolazione apparvero le pannocchie, declinate in varie ricette e metodi di cottura.

Il mais veniva acquistato soprattutto in scatola, ed è rimasto molto presente nella cucina locale anche dopo il tramonto della “campagna del mais” condotta da Krusciov.

Abbiamo selezionato alcune interessanti ricette, gustose ma soprattutto facili.

1/ Mais con mele e crostini

Il famoso “Libro del cibo buono e sano”, pubblicato in Unione Sovietica nel 1952, conteneva solo tre ricette a base di mais in scatola. La migliore era quella di un curioso spuntino: il mais con mele e crostini.

Preparazione: Soffriggete leggermente la cipolla tritata finemente (1 pz) in olio vegetale, aggiungete il mais (1 lattina), la passata di pomodoro (2 cucchiai), un pizzico di sale e zucchero. Mescolate il tutto e cuocete a fuoco lento per cinque minuti. Nel frattempo, lavate e affettate alcune mele, togliete i torsoli e cucinatele in forno. Quindi preparate alcuni crostini di pane bianco. Servite il mais sul piatto con i crostini. Aggiungete le mele e cospargete con erbette aromatiche.

2/ Zuppa di mais facile e veloce

In epoca sovietica il mais si è fatto spazio anche tra gli scaffali delle affollate cucine delle kommunalke. E non sorprende che il “Libro del cibo buono e sano” proponga anche la ricetta di una zuppa.

Preparazione: Frullate il mais (1 lattina) con il frullatore, mettetelo in una pentola con 3 tazze d’acqua e portatelo a ebollizione. Soffriggete leggermente in un pentolino la farina (2 tazze) con 2 cucchiai di olio vegetale, quindi diluite con 3 tazze di latte già caldo e portate a ebollizione; a questo punto unite il mais, mescolate e cuocete per 15-20 minuti. Passate la zuppa al setaccio, aggiungete sale e 2 cucchiai di olio vegetale. Servite con crostini.

3/ Frittelline di mais 

Le frittelline di mais erano un piatto piuttosto “nuovo” nella cucina sovietica. Tuttavia si sono diffuse in poco tempo, grazie soprattutto alla ben nota passione dei russi per le frittelline di patate (trovate qui la ricetta).

Il mais si è semplicemente rivelato un ingrediente alternativo che ben si sposava con quel processo culinario.

Preparazione: Versate il mais in lattina (120 g) in una padella, aggiungete il latte (50 ml) e portate a ebollizione. Aggiungete il semolino (10 g) e il burro (25 g) e fate bollire a fuoco lento per 5-10 minuti. Dopodiché, togliete il mais dal fuoco e mescolatelo con 1 uovo, 1 pizzico di zucchero, sale e prezzemolo tritato. Formate delle piccole frittelle, impanatele in pangrattato e friggete su entrambi i lati. Servite con smetana.

4/ Stufato di patate con carne, funghi e mais 

Ecco il piatto ideale per riciclare gli avanzi ed evitare gli sprechi. 

Preparazione: Fate rosolare la cipolla tritata finemente (1 pz) e i funghi bianchi champignons (100 g) in una padella grande per 2 minuti. Quando la cipolla diventa trasparente, aggiungete la carne tritata (700 g) e mescolate accuratamente. 

Aggiungete alla carne macinata carote bollite (2 pz), piselli in scatola (100 g), mais in scatola (100 g) e salsa di pomodoro (1 cucchiaio). Salate e pepate, mescolate e lasciate riposare per 3 minuti.

A parte, cuocete le patate (10 pezzi) e schiacciatele con un mixer, aggiungendo latte (100 ml), smetana (100 g), burro (100 g), sale e pepe. Mettete metà del purè in uno stampo unto con olio vegetale, adagiatevi sopra la carne macinata con le verdure, quindi terminate con un secondo strato di purè. Cuocete la casseruola in forno per 30 minuti a 180°C.

5/ Insalata di granchio e mais 

La tarda era sovietica vide la comparsa di varie insalate a base di pesce in scatola, come spratti o polpa di granchio, che venivano mescolati con uova, cetrioli e mais. La più popolare era l'insalata di granchio e mais. 

Preparazione: Fate bollire il riso (100 g) in acqua leggermente salata. Tritate finemente la polpa di granchio (200 g) e 1 cetriolo fresco o in salamoia. Fate bollire 3 uova sode, sbucciatele e tagliatele a piccoli pezzi. Mescolate la polpa di granchio, il cetriolo, le uova, il riso e il mais (100 g). Condite l'insalata con maionese, sale e pepe.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie