Verdure in salamoia, sette ricette per l’inverno

Legion Media
Dal cavolo alle melanzane, provate queste deliziose ricette in stile russo, da servire come antipasto o per accompagnare i piatti principali

I russi da sempre raccolgono e conservano frutta e verdura per l’inverno. Quando i frigoriferi non esistevano ancora, il cibo veniva di solito conservato attraverso un processo di fermentazione, che permetteva un’abbondante scorta di provviste. Provate queste semplici ricette russe.

1 Cavolo cappuccio

I cavoli sono i re della cucina russa. Oltre a mangiarli in insalata, i russi li usano per diverse zuppe, dallo shchi alla solyanka.
Tagliate finemente il cavolo cappuccio e grattuggiate una cartola. Mescolate le verdure, aggiungete un cucchiaio di sale e una manciata di mirtilli. Quindi chiudete il tutto in un barattolo sottovuoto oppure saltatelo in padella e lasciatelo riposare per 3-4 giorni. Il cavolo inizierà il processo di fermentazione a una temperatura di 20-21 °C. Conservatelo in frigorifero.

2 Cetrioli

Sono due i modi più diffusi utilizzati dai russi per conservare i cetrioli: marinati o sotto sale. Scegliete cetriolini piccoli, non più lunghi di 10 cm. Potranno essere conservati in salamoia fino a un anno e mezzo.
Immergete i cetrioli in acqua fredda per due ore. Sul fondo di un barattolo disponete foglie di ribes e ciliegie, aggiungete 3-4 spicchi d’aglio e aneto (opzionale). Aggiungete i cetrioli e un cucchiaio di sale. Riempite il barattolo di acqua precedentemente bollita (e nel frattempo raffreddata) e chiudete il coperchio. Lasciate i barattoli in un luogo fresco (non in frigorifero) per due settimane.

3 Pomodori

In Russia troverete spesso i pomodori marinati con i cetrioli, oppure marinati separatamente. I migliori pomodori in salamoia vengono preparati all’interno di botti di legno, ma potete usare anche un barattolo di vetro. La tecnica di preparazione è la stessa che si utilizza per i cetrioli, anche se molti russi vi suggeriranno di aggiungere aceto e zucchero.

4 Aglio

L'aglio ha proprietà benefiche per tutto l'organismo e agisce come “antibiotico naturale”. Il suo sapore forte non permette di mangiarlo con frequenza, ma la versione marinata è di sicuro meno pungente e più digeribile.
Sul fondo di un barattolo sterilizzato sistemate alcuni grani di pepe e delle foglie di alloro. Aggiungete gli spicchi di aglio sbucciati. Quindi versate il composto marinato (0,5 litri di acqua, 2 cucchiai di aceto, 1 cucchiaio di sale e zucchero). Serrate immediatamente il coperchio e capovolgete il barattolo. Conservate in un luogo buio e asciutto. L’aglio sarà pronto in una settimana.

5 Mele

Il poeta russo ne andava matto! La tipologia migliore di mele è la Antonovka. In alternativa, potete utilizzare anche mele piccole e verdi.
Sul fondo di un barattolo sistemate delle foglie di ribes, delle ciliegie e le vostre mele, versate la salamoia bollita, lasciata nel frattempo raffreddare. Il processo di fermentazione avviene a una temperatura di 15-21 °C. Le vostre mele saranno pronte nell’arco di 2-3 settimane.

6 Funghi

La cucina russa prevede un sacco di gustose ricette a base di funghi. Bolliti, fritti, farciti... e naturalmente in salamoia. Per la salamoia vengono utilizzati soprattutto piccoli finferli.
Lessate i funghi finché non si depositeranno sul fondo, quindi toglieteli e metteteli da parte. Aggiungete sale, zucchero e pepe al brodo di funghi e portate a ebollizione. Aggiungete nuovamente i funghi, versate un cucchiaio di aceto e lasciate bollire per altri cinque minuti. Mettete i funghi in un barattolo e conservateli in un luogo fresco. Saranno pronti in un mese.

7 Melanzane

Tagliate le melanzane a fette e immergetele in acqua salata per 20 minuti. Grattuggiate una carota e tritate una cipolla. Friggete le melanzate insieme alla carota e alla cipolla. Mettetele in un barattolo e versate la salamoia. Sistematelo in un luogo buio. Le vostre melanzane saranno pronte in una settimana.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie