Sushki, la versione russa dei taralli

Legion Media
In Russia esistono varie ricette di prodotti da forno che si possono realizzare con semplici ingredienti: sushki, bubliki, baranki... Lo snack perfetto da portare con sé ma anche un ottimo accompagnamento per piatti più elaborati

Baranki, bubliki, sushki... Ecco i biscottini più amati dai russi! Si tratta di una versione locale simile a quella dei più noti taralli italiani, gustosissima e a forma di anello. Ma quale differenza c’è tra queste specialità russe?
Baranki

Le prime testimonianze relative ai baranki appaiono all’interno di un decreto firmato da Pietro il Grande nel 1725. Sembra che la prima versione di questa ricetta affondi le proprie radici in Bielorussia. Poi da lì si è estesa fino alla zona del Valdaj, a 400 km a nord est di Mosca.
Un baranka misura 1,7-2,2 cm di spessore e ha un diametro che varia dai 7 ai 10 cm.
In epoca sovietiva esisteva una grande varietà di baranki: semplici, con vaniglia, mostarda, limone, zucchero, semi di papavero, ma anche con mandorle e frutta.
Bubliki

Anche il bublik è un piatto tradizionale russo, apparso per la prima volta in Polonia e in Ucraina. Il bublik assomiglia a un baranka di forma più grande ed è realizzato con un impasto più morbido.
Secondo la tradizione ucraina, un baranka dovrebbe essere coperto di semi di papavero.
Nella metà del XX secolo venne stabilita addirittura una misura standard per i bubliki: dovevano pesare tra i 50 e i 100 grammi e quelli realizzati con il latte dovevano contenere 15 litri di latte per ogni 100 kg di farina.
Sushki

Secondo un vecchio detto russo, i sushki non sono altro che baranki più sottili lasciati seccare. Il loro diametro varia infatti dai 4 ai 12 cm, per uno spessore che non supera 1,5 cm. Anche i sushki, esattamente come i bubliki e i baranki, vengono realizzati con farina e possono avere vari sapori, come vaniglia o mostarda. Inoltre si possono trovare anche con una forma più ovale: in questo caso prendono il nome di chelnochok.
Vi presentiamo la ricetta dei Sushki con semi di papavero.
Sushki con semi di papavero
Ingredienti:

  • 170 gr di farina
  • 1 uovo
  • 5 gr di burro
  • 50 ml di acqua
  • 50 gr di semi di papavero
  • ½ cucchiaino di sale
  • ½ cucchiaino di zucchero

Preparazione:
1 Setacciate la farina all’interno di una ciotola e praticate un buchetto al centro della vostra montagnola di farina. Aggiungete l’uovo, l’acqua, il burro e il sale.
2 Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo. Quindi dividete l’impasto a metà e ricavate un bastoncino lungo e sottile aiutandovi con il palmo della mano. Tagliate l’impasto in piccoli pezzi uguali e date loro la tipica forma ad anello del sushki.
3 Sistemate i vostri sushki in una pentola con acqua bollente e mezzo cucchiaino di zucchero. Fate bollire fino a quando i vostri sushki vengono a galla.
4 A questo punto togliete i sushki e cospargeteli di semi di papavero. Sistemateli su un pezzo di carta da forno e proseguite la cottura in forno preriscaldato a 230 gradi per 20 minuti.
Buon appetito!

Scoprite le abitudini russe a tavola che vi aiuteranno a vivere meglio

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più