Portate a tavola la ricetta più amata da Tolstoj: i fiocchi di riso vegetariani

Legion Media
Queste polpettine fritte, rese ancor più gustose dall’aggiunta di una gelatina di bacche, erano tra i piatti preferiti dello scrittore. Citate anche dalla seconda moglie dell’artista russo Ilya Repin, rientravano tra le ricette del Libro sovietico “per un’alimentazione buona e sana”

I fiocchi di riso alla russa, bolliti e fritti, sono un piatto vegetariano dalle origini antiche. In passato venivano serviti a pranzo o a colazione, accompagnati da varie salse.
Le prime testimonianze scritte che fanno riferimento a questi deliziosi fiocchi di riso risalgono al XIX secolo e si trovano all’interno di una lettera scritta da Natalia Nordman-Severova, seconda moglie del celebre artista russo Ilya Repin. Nella sua lettera Natalia, che già all’epoca aveva adottato uno stile di vita vegetariano, descrive una cena priva di carne organizzata dall’artista Ostroukhov, e definisce come “pezzo forte della serata” proprio questi fiocchi di riso, per l’occasione serviti con dell’uvetta.
Un altro celeberrimo personaggio russo vegetariano fu Lev Tolstoj, che adorava pranzare con questi fiocchi di riso. Lo dimostra anche un vecchio libro del 1910 conservato a Yasnaya Polyana, tenuta dello scrittore. Nell’agosto del 1910 queste polpettine di riso furono preparate tre volte appositamente per Tolstoj e servite con dei fagioli e un’insalata di barbabietola.
Successivamente sono state menzionate anche nel “Libro per un’alimentazione buona e sana”, stampato in Urss nel 1964. Gli autori del manuale consigliavano di servire questi fiocchi di riso freddi con una salsa di funghi o delle bacche dolci.
Ma c’è chi andò oltre e decise di portare in tavola questo piatto con una gelatina di bacche e frutti di bosco. Tra le tante versioni, abbiamo scelto la ricetta di quest’ultima.

Ingredienti:

  • 2 bicchieri di riso
  • 5 bicchieri di acqua
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 bicchiere di uvetta
  • 1\2 bicchiere di pangrattato o farina
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 litro di kissel (tipo gelatina) di frutti di bosco

Preparazione: 

Lavate il riso, salate l’acqua e lasciate bollire il riso per 20-25 minuti. Lasciatelo poi raffreddare.
Aggiungete al riso bollito le uova, l’uvetta, lo zucchero e il sale e mescolate bene.
Formate delle palline e passatele nella farina o nel pangrattato e friggetele nel burro fuso.
Sistemate queste deliziose frittelle di riso su un ampio piatto e cospargete il tutto con il kissel di frutti di bosco.
Se siete curiosi di sapere quali fossero i piatti più amati dagli scrittori russi, scoprite cosa mangiava Dostoevskij! 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie