Bigus, pochi ingredienti per una ricetta dal grande sapore

Legion Media
Originario della Lituania e della Polonia, questo piatto è diventato molto popolare nelle cucine di tutta l'Unione Sovietica, tanto da finire anche sulle tavole dell'esercito

Il bigus è un piatto a base di cavolo fresco accompagnato da carne o funghi. Secondo le informazioni giunte fino ai giorni nostri, si tratta di una ricetta originaria della Lituania, molto popolare anche in Polonia.

Nel XIV secolo la gente era solita utilizzare soprattutto prodotti di facile conservazione. Il bigus non solo poteva essere conservato per vari giorni, ma diventava ancor più buono il giorno dopo! È così che divenne il piatto preferito dei cacciatori polacchi.

Anche la cucina sovietica ha sempre prediletto piatti semplici e veloci da realizzare. E il bigus sembrava proprio calzare a pennello! Per questo le signore sovietiche hanno iniziato a portare in tavola questa prelibatezza, diventata in poco tempo talmente diffusa da essere servita anche sulle mense dell’esercito.

In alcuni casi il bigus, una volta pronto, veniva anche congelato, riuscendo a mantenere inalterato il suo sapore inconfondibile.

Vi sveliamo la ricetta.

Ingredienti:

1 cavolo

1 carota

2 cipolle

5 pezzi di wurstel

Sale e pepe a gusto

Preparazione:

Tritate finemente la cipolla e grattuggiate la carota. Friggete il tutto in una padella a fuoco medio.

A questo punto tagliate il cavolo, mescolatelo con la cipolla e la carota, aggiungete mezzo bicchiere di acqua e lasciate cucinare fino a quando il composto assumerà una colorazione dorata.

Fate bollire i wurstel, tagliateli a rondelle e aggiungeteli al cavolo cotto. Mescolate e aggiungete sale e pepe.

Buon appetito!

Se volete provare qualche altra stravagante ricetta russa, non perdetevi i biscotti realizzati con la salamoia dei cetrioli

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond