La zucca abbraccia la mela e il dessert diventa irresistibile

Maria Azhnina
Se siete alla ricerca di una ricetta per dolci last minute, vi basteranno pochi semplici ingredienti per portare in tavola un piatto sorprendentemente buono e veloce

La zucca è un ingrediente talmente tanto presente nella cucina russa da poter addirittura vantare il titolo di piatto nazionale. Nei secoli è diventata molto popolare tra i contadini perché, oltre a essere facile da coltivare, si conserva a lungo. Inoltre si adatta senza problemi al rigido clima russo e può essere coltivata in quasi tutte le regioni del Paese. 

Inoltre è ricca di vitamine e accelera il metabolismo. 

Il piatto russo più diffuso a base di zucca è il porridge di miglio con pezzi di zucca cotta (scoprite qui la ricetta). Ma la potrete trovare anche all’interno delle insalate. 

Questa antica ricetta di zucca al forno con pezzi di mela è il dessert ideale da servire in tavola soprattutto quando le temperature sono ancora fredde e fanno venire voglia di scaldarsi con qualcosa di dolce. Ecco a voi la ricetta. 

Zucca al forno con mela  

Ingredienti: 

  • 500 gr di zucca fresca
  • 2 mele
  • 20 gr di uvetta
  • Mezzo cucchiaino di cannella
  • Succo di limone 

Preparazione: 

Sbucciate la zucca, tagliatela in piccoli pezzi e disponetela in una teglia da forno. 

A questo punto sbucciate le mele e tagliatele a pezzi. Disponetele sopra la zucca. I pezzi di mela possono essere un po’ più grandi di quelli di zucca, visto che si cucinano più velocemente. 

Versate il succo di limone e spolverate il tutto con la cannella. 

Cucinate in forno a 200 °C per 30-40 minuti. 

Lasciate raffreddare e servite in coppette o piatti per dessert. Se amate il sapore dolce, potete aggiungere del miele.

 

Amate i dolci e vi piace sperimentare sempre ricette nuove? Provate i dolcetti ai semi di papavero! Facili da preparare e buonissimi, sono un perfetto accompagnamento per il tè

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond