La torta polet: provate questa deliziosa meringata sovietica

Legion Media
Il nome significa “volo” e in effetti i golosi non riusciranno a tenere i piedi a terra, assaggiandola. Ecco la ricetta originale made in Urss, ancora oggi utilizzata in Russia

Ogni casalinga sovietica sapeva come far felice la propria famiglia. E, naturalmente, il modo migliore era quello di preparare un dessert buonissimo!

Zucchero, noccioline, crema al burro… Tutti capivano immediatamente che questi ingredienti si sarebbero presto uniti nella torta polet (“volo”).

La storia di questa delizia è ricca di mistero, e nessuna cronaca antica ne fa alcuna menzione. Il polet sembra saltar fuori dal nulla. Ha molto in comune con la celebre torta Kievskij, creata nel 1956 a Kiev (come suggerisce il nome), ma non vi è alcuna prova indiscutibile che la polet sia una Kievskij modificata.

Tuttavia, ecco la ricetta sovietica classica, quella che le nostre nonne seguivano per preparare la polet nei giorni di festa. Ora avete la possibilità di farla anche voi! 

Ingredienti per limpasto:

  • 130 g arachidi (possono essere sostituite da anacardi o da mandorle)
  • 5 bianchi d’uovo
  • 320 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di zucchero vanigliato
  • ½ cucchiaino di sale

Ingredienti per la crema di burro:

  • 200 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di zucchero vanigliato
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 cucchiaino di cognac
  • 100 ml di latte 

Come prepararla:

Tostate le arachidi per 15 minuti, privatele delle eventuali pellicine residue e macinatele.

Montate a neve i bianchi d’uovo con sale fino, aggiungendo gradualmente lo zucchero e lo zucchero vanigliato. Il processo dovrebbe durare non meno di 7-8 minuti. Il risultato deve essere molto denso. Lasciatene da parte un cucchiaio (ne avrete bisogno più tardi). Aggiungete le arachidi e mescolate delicatamente. Lasciatene un altro cucchiaio da parte (ora con le arachidi).

Dividere l’impasto (simile a quello per la meringa, ma con arachidi tritate) in due parti, mettetelo su carta da forno, formando dei cerchi (di circa 20-22 centimetri di diametro). Disponete anche i due cucchiai di impasto lasciati da parte sulla carta da forno, formando con essi piccole meringhe. Cuocete in forno per 2 ore a 100 °C.

È tempo intanto di preparare la crema di burro (che in Russia si chiama “crema Charlotte”)! Sbattete il tuorlo d’uovo con il latte, e lavorate il composto a fuoco lento. Attendete un paio di minuti, aggiungete zucchero e zucchero vanigliato; quindi portate ad ebollizione. Dopo circa 4 minuti, quando il mix diventa denso, spegnete e lasciate raffreddare.

Lavorate il burro con lo zucchero vanigliato, e aggiungete al mix. Infine è la volta del cognac. 

Ora assembliamo la torta. Mettete da parte un cucchiaio di crema e dividete quella rimasta in due parti. Spalmate la prima parte sulla base di meringa rotonda cotta in forno, e poi coprite con la seconda. Spalmate la seconda parte della crema sulla parte superiore e sui lati della torta.

È tempo di prendersi cura dei due cucchiaini di pasta restanti che avete cotto in forno. Secondo lo standard sovietico, dovrebbero essere utilizzati per la decorazione della torta polet. Mettete le piccole meringhe in cima alla torta. Sbriciolate la residua quantità di pasta (quella con le arachidi) e cospargete con essa la torta.

Prestate attenzione alle allergie alla frutta secca! Se non volete aggiungere alcol, potete fare a meno del cognac. Se preferite che sia meno dolce, basta aggiungere meno zucchero.

Dovrete aspettare alcune ore prima di servire la vostra polet, perché la crema deve impolpare bene la meringa. Ma sicuramente vale la pena di attendere!

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale