A Roma l’arte russa attraverso i secoli

Nuovo appuntamento con il tradizionale festival che porterà in Italia la musica e il cinema dell'est, dal 10 al 17 dicembre 2016

Dal 10 al 17 dicembre 2016 a Roma il Ministero della Cultura della Federazione Russa, il Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa e il Centro dei festival cinematografici e dei programmi internazionali presentano l’annuale Festival dell’arte russa “Russia-Italia. Attraverso i secoli”. Il Festival si svolge nell’ambito del programma di eventi ufficiali del Forum delle società civili russo-italiano “Dialogo. Italia-Russia” e con la partecipazione dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia e del Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma.

Il Festival si svolge in contemporanea con i festeggiamenti del giorno di Santa Caterina martire. Come da tradizione nel programma sarà presentato uno dei migliori collettivi corali ortodossi della Russia, il Coro Sinodale di Mosca, che l’11 dicembre parteciperà alla Liturgia festiva in occasione del giorno di Santa Caterina martire. Il giorno stesso nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri si terrà un’esibizione congiunta di due cori unici: il Coro Sinodale di Mosca e il coro della Cappella Musicale Pontificia “Sistina”. Il 12 dicembre, per la prima volta nell’ambito del programma del Festival, su invito della diocesi cattolica della città di Napoli, il coro si esibirà in concerto nel Duomo di San Gennaro di Napoli.

Nel 2016, dichiarato in Russia anno del cinema, nell’ambito del programma del Festival, nel Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma sarà esposta la singolare mostra di manifesti “Russia-Italia. Pagine di due culture attraverso il Cinema” dalla collezione del Museo statale centrale della storia contemporanea della Russia, che racconta la storia dello sviluppo del cinema russo e italiano degli anni 40-80 del XX secolo. Occupano una delle posizioni centrali i materiali dedicati ai più significativi film sovietici che hanno influenzato lo sviluppo del cinema nazionale e mondiale e che nel corso degli anni hanno ricevuto riconoscimenti internazionali. Completano la mostra materiali relativi alla storia della distribuzione del cinema italiano in Russia e anche alcuni capolavori dell’arte dei manifesti cinematografici e rare scene tratte dai film della collezione della casa cinematografica “Mosfilm”. Un’altra sezione della mostra è dedicata alla storia della cineproduzione congiunta italo-sovietica.

Il 13 dicembre nel Teatro di Villa Abamelek, residenza dell’ambasciatore russo in Italia si terrà il concerto dei solisti dell’Accademia dei giovani cantanti d’opera del Teatro Mariinskij sotto la direzione di Larisa Abisalovna Gergieva.

Per vedere i dettagli del programma, cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta