La Russia riattiva da giugno i collegamenti aerei con una decina di paesi, fra cui l’Italia

Ramil Sitdikov/Sputnik
La notizia è stata data dalla vice premier della Russia Tatyana Golikova

Il quartier generale operativo per la lotta contro il Covid-19 in Russia si è pronunciato positivamente sulla fattibilità di ripristinare i collegamenti aerei su larga scala con una decina di paesi, tra cui l'Italia, a partire da giugno. Lo ha annunciato oggi in un briefing il vice premier della Russia Tatyana Golikova e la notizia è stata pubblicata dall’agenzia Tass

“Secondo i nostri esperti, tenendo conto di ciò che è stato detto e della piena considerazione di questo problema da parte di tutti gli organi esecutivi federali interessati, si è deciso che è opportuno ripristinare i collegamenti aerei con la Repubblica di Turchia dal 22 giugno di quest'anno”, ha detto Golikova, così come si legge sulla Tass.

Il vice premier ha quindi aggiunto che lo staff operativo ha deciso di riprendere le comunicazioni aeree anche con gli Stati Uniti, l'Italia, Cipro e la Macedonia del Nord, il Belgio, la Bulgaria, la Giordania e l'Irlanda.

Come ha chiarito la vice premier, le decisioni prese dal quartier generale operativo sulla ripresa dei voli entreranno in vigore il 28 giugno. 

“Presumiamo che la ripresa dei voli e l'aumento [della frequenza] delle comunicazioni aeree avrà luogo dal 28 giugno 2021”, ha detto.

La Russia aumenterà anche i collegamenti aerei verso Austria, Azerbaigian, Armenia e Grecia, Qatar, Finlandia, Croazia e Svizzera, ha detto Golikova.

La sede operativa ha infine raccomandato che nella lista dei paesi i cui cittadini possono entrare in Russia siano inclusi anche la Cina e il Liechtenstein.



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie