Quali città della Russia hanno la metropolitana?

Legion Media
La più famosa è senza dubbio quella di Mosca. Ecco in quali altre città ci si può spostare a bordo di una sotterranea

La costruzione della rete di metropolitane in Russia non è stata facile, soprattutto considerando le rigide condizioni climatiche del paese. Durante il periodo sovietico fiorirono molti progetti ambiziosi, basati sulla convinzione che tutte le città con più di un milione di abitanti avrebbero dovuto avere la propria metropolitana. Tuttavia, quando crollò l’URSS, nel 1991, la sotterranea era presente solo in 13 città delle ex repubbliche sovietiche (oltre alla Russia, erano stati costruiti sistemi di trasporto sotterraneo anche in Ucraina, Bielorussia, Georgia, Armenia, Azerbaigian e Uzbekistan). Negli anni ‘90, la costruzione di nuove linee fu sospesa. Oggi in Russia si contano metropolitane in sette città, oltre a diversi progetti incompiuti.

Mosca

Anche se i primi progetti della metro a Mosca erano apparsi già negli anni ‘70 del 1800, la sotterranea nella capitale russa è stata realizzata solo in epoca sovietica. La prima linea fu aperta il 15 maggio 1935; ed è rimasta operativa anche durante la Grande guerra patriottica, così come i russi chiamano la Seconda guerra mondiale: di giorno trasportava i passeggeri, mentre di notte era usata come rifugio. Oggi, la metropolitana di Mosca è una delle più grandi d'Europa: vanta 278 stazioni e accoglie ogni giorno 9 milioni di passeggeri!

Gli interni delle stazioni sono talmente belli che sono visitati ogni giorno da tantissimi turisti: alzando lo sguardo, infatti, si scorgono affreschi, marmi, mosaici, statue e bassorilievi. 

San Pietroburgo

Stazione Avtovo

Il secondo sistema di metropolitana in Russia è stato inaugurato nel 1955. Dato che la città del Nord è piena di canali, poggia su un terreno abbastanza inospitale per un progetto simile, per questo la maggior parte delle stazioni sono state costruite in profondità. La più profonda è Admiralteyskaya, che si trova a 86 metri sotto la superficie. Irina Efros, abitante di San Pietroburgo, dice che questa è la sua stazione preferita: “Ha decorazioni stupende a tema navale”.

La metro di San Pietroburgo poi è caratterizzata dalle doppie porte installate in molte stazioni: gli esperti sovietici ritenevano infatti che avrebbero protetto i passeggeri da eventuali cadute sui binari. 

Nizhnij Novgorod

Stazione Leninskaya

Questa piccola metropolitana è stata aperta nel 1985. È composta solo da due linee e trasporta appena 115.000 persone al giorno (anche se in città si contano più di 1,2 milioni di residenti). “A Nizhnij Novgorod, le linee attraversano il centro della città ma non raggiungono le aree residenziali. Per questo la metropolitana è poco usata”, dice Pavel Zuzin dell'Istituto di Economia dei Trasporti HSE.

Per il futuro, è prevista la costruzione di nuove stazioni sull'altro lato del fiume Oka.

Novosibirsk

Stazione Marshala Pokryshkina

L'unica metropolitana della Siberia è stata inaugurata nel 1986 ed è considerata la terza più trafficata della Russia; è composta da appena 13 stazioni, alcune delle quali hanno uscite che sboccano direttamente all’interno di edifici residenziali: gli appartamenti si trovano al primo piano.

Novosibirsk vanta anche il ponte della metropolitana più lungo del mondo (2.145 metri), che attraversa il fiume Ob (il tratto sopra il fiume è di 896 metri).

Samara

Stazione Gagarinskaya

In questa città con più di 1,1 milioni di abitanti, c'è solo una linea con dieci stazioni, inaugurata nel 1987. Anche a Samara la metro non è un mezzo di trasporto così utilizzato come a Mosca; tuttavia, le stazioni meritano una certa attenzione: sono infatti decorate con bellissimi affreschi e marmi tematici: per esempio, la maestosa stazione Pobeda è dedicata alla vittoria nella Grande guerra patriottica; la futuristica stazione Gagarin, all'esplorazione dello spazio; mentre la modernista stazione Sportivnaya, ai successi sportivi del paese.

Ekaterinburg

Stazione Botanicheskaya

L'unico sistema di metropolitana negli Urali si trova nella città di Ekaterinburg. La metropolitana, che collega l'impianto Uralmash con il centro storico e le zone residenziali, è stata inaugurata nel 1991, anche se la costruzione è iniziata nel 1980. È composta da una sola linea e nove stazioni (è infatti una delle più piccole metropolitane del mondo), ma trasporta più di 90.000 passeggeri al giorno. Oltre ai moderni sistemi di pagamento con carta di credito e Apple Pay, sono in uso anche i vecchi gettoni della metropolitana di Mosca, che suscitano una costante nostalgia nei turisti della capitale.

Kazan

Stazione Kremlevskaya

La più recente metropolitana russa è stata aperta nel 2005; anch’essa è composta da una sola linea con 11 stazioni che collegano i quartieri residenziali e industriali. La metropolitana di Kazan ha inltre un interessante "sapore nazionale": tutte le scritte sono tradotte in lingua tartara, e alcune stazioni sono decorate nello stile tradizionale locale, come la stazione Kremlevskaya. Kazan prevede di lanciare nel 2025 la prima metropolitana senza conducente del paese.

Volgograd

Stazione Ploshchad Lenina

In questa città del Sud i passeggeri usano un mezzo di trasporto insolito per la Russia, chiamato “metrotram”: dal 1984 è in funzione un tram ad alta velocità con alcune stazioni situate sotto terra, proprio come quelle della metropolitana. Anche queste stazioni sono decorate con grandi e bellissimi lampadari, archi e finiture in marmo, come nelle più classiche metropolitane sovietiche! 

Metropolitana incompiuta 

Diverse città russe hanno avviato la costruzione di una rete metropolitana, attualmente non finita. A Chelyabinsk, negli Urali, sono state costruite due stazioni e diversi tunnel, ma il progetto è fermo per mancanza di fondi. Le autorità locali stanno valutando la possibilità di realizzare un tram ad alta velocità al posto della metropolitana.

Ecco come potrebbe essere la metropolitana di Chelyabinsk

A Krasnoyarsk, invece, la costruzione della sotterranea è stata costantemente rimandata; al momento, il taglio del nastro è previsto nel 2024. 

Nella città siberiana di Omsk sono stati costruiti diversi tunnel e binari ferroviari, ed è addirittura stata inaugurata una stazione. Ma il progetto è fermo e la stazione ora abbandonata è diventata un'attrazione locale.

La metropolitana di Omsk incompiuta

La costruzione della metropolitana era prevista anche a Perm, Rostov sul Don e Ufa, ma, al momento, i progetti sono stati accantonati a tempo indeterminato.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie