Gli straordinari interni del palazzo Yusupov, una delle più belle dimore di San Pietroburgo

Legion Media; yusupov-palace.ru
Affacciato sulle acque della Mojka, fu il luogo dell’assassinio di Rasputin. Restaurato di recente, svela oggi la straordinaria bellezza delle sue sale

Il palazzo Yusupov, che sorge sulle rive della Mojka a San Pietroburgo, è un luogo leggendario. Originariamente l’edificio apparteneva ai conti Shuvalov; poi fu acquistato da Caterina la Grande che lo regalò alla nipote del suo favorito, il principe Grigorij Potemkin. Infine, nella prima metà del XIX secolo, la casa fu acquistata dal principe Boris Yusupov.

La famiglia Yusupov, una delle più antiche e ricche di tutta la Russia, visse qui fino alla Rivoluzione del 1917. Gli Yusupov ricostruirono in modo significativo il palazzo, e fu grazie a loro che l’edificio assunse l'attuale aspetto sontuoso. E fu proprio in queste stanze che Felix Yusupov e i suoi complici uccisero un confidente dell'ultimo zar russo: Grigorij Rasputin.

Ogni sala è una vera opera d'arte: il palazzo custodisce persino un teatro! Seguiteci per una visita esclusiva ai suoi interni.

La grande scalinata

Il salotto moresco 

Il salotto verde 

Il boudoir

Il salotto blu

Il salotto rosso

Il grande salotto di Felix Yusupov

Il teatro 

La sala degli arazzi

La sala della colonna bianca

La sala degli specchi

La sala dell’antiquariato

La sala da pranzo in quercia

L’appartamento da scapolo di Felix Yusupov con le figure di cera degli assassini di Rasputin

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie