Aeroflot cancella i voli verso 87 destinazioni: nella lista nera c’è anche l’Italia

Reuters
Fino al 31 agosto nessun decollo verso Bologna, Venezia, Verona, Milano, Napoli, Roma e Rimini. I passeggeri potranno chiedere il rimborso

Brutte notizie per chi sperava di oltrepassare la frontiera russa in quest’estate di virus e divieti. A causa delle restrizioni imposte per la pandemia, la compagnia aerea russa Aeroflot ha annunciato la cancellazione fino al 31 agosto dei suoi voli di linea regolari verso 87 destinazioni internazionali. Tra i Paesi citati dal comunicato c’è anche l’Italia: nessun decollo quindi verso Bologna, Venezia, Verona, Milano, Napoli, Roma e Rimini.

“La decisione di adeguare il programma di voli internazionali è stata presa tenendo conto delle attuali restrizioni epidemiologiche nei paesi di destinazione”, si legge nel comunicato. 

I passeggeri che hanno acquistato i biglietti dopo il 1° maggio 2020 sul sito web della compagnia aerea o tramite il contact center riceveranno automaticamente un rimborso in conformità alla forma di pagamento effettuata. I passeggeri che invece hanno acquistato i biglietti presso le agenzie turistiche e gli uffici di Aeroflot dovranno contattarli direttamente per chiedere un rimborso.

I clienti che hanno acquistato i biglietti cancellati prima del 1° maggio, riceveranno un voucher da utilizzare in futuro per l’acquisto di un nuovo biglietto.



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie