Viaggio a Plyos, la pittoresca città russa di provincia bagnata dal Volga e ritratta da Levitan

Getty Images
Cosa fare e cosa vedere per godersi le suggestive atmosfere di questa perla dell’Anello d’Oro, bagnata dalle acque del Volga e immortalata nei quadri del celebre pittore ottocentesco

Come arrivare da Mosca: arrivate a Ivanovo con il treno veloce “Lastochka” (tempo di percorrenze 3 ore e 41 minuti) e proseguire fino a Plyos in autobus (meno di 2 ore di viaggio). 

Breve riepilogo delle cose da fare a Plyos:

  • Salire sul Monte Levitan
  • Visitare una delle gallerie d'arte della città e magari acquistare un quadro di un artista locale
  • Assaggiare la birra e le altre prelibatezze della birreria Plesky, che ha sede in un edificio storico risalente al XVIII secolo
  • Passeggiare lungo l'argine del Volga e visitare la casa del pittore Isaac Levitan

Potrà suonare banale, ma Plyos è una vera perla non solo dell’Oblast di Ivanovo, ma di tutto l’Anello d’Oro (il gruppo di città storiche a nord est di Mosca). 

La vista sul fiume Volga che si schiude dai verdi promontori di questa città ha fatto innamorare nel corso dei secoli moltissimi artisti. 

Riempitevi gli occhi con la bellezza della città vista dall’alto 

I paesaggi che si possono ammirare dalle alture di Plyos sono talmente suggestivi che vi consigliamo di “lasciare a casa” la fretta e di concedervi lunghi attimi di contemplazione. Salite verso la collina Sobornaya nel cuore della città: da lì si schiuderà una vista spettacolare; vale la pena visitare anche la Cattedrale Uspenksij del 1699. 

Quindi scendete direttamente verso gli argini del Volga: lungo il vostro percorso incrocerete la pittoresca Chiesa Voskresenskaya del 1817, restaurata di recente.

Sulla Piazza del Commercio, vicino al molo, potrete acquistare del pesce affumicato; recatevi poi alla Casa della Birra di Plyos e gustatevi la birra locale accompagnata da specialità di carne. 

Concedetevi una passeggiata lungo la strada delle gallerie vicino al Volga 

Il fiume è costeggiato dalla via Sovetskaya dove incrocerete musei e gallerie a ogni piè sospinto. Non lontano dalle vecchie case mercantili si trova la casa-museo del grande pittore e paesaggista russo Isaac Levitan. Giunto a Plyos per un breve soggiorno, il pittore decise di fermarsi e restò nella cittadina quasi tre anni. Qui, sulle rive del Volga, realizzò quasi 200 dipinti, immortalando sulla tela chiese e tramonti. E furono proprio questi quadri a renderlo famoso.

Da lì potrete salire su un’altra collina con vista panoramica: si tratta della collina Levitan, dove si trovano delle antiche croci in legno risalenti a un vecchio sagrato e alla chiesa della Resurrezione (fine XVII secolo). 

Una passeggiata lungo il fiume 

Visitare il principale fiume russo senza concedersi nemmeno un tuffo sarebbe un vero peccato! A Plyos è possibile sia fare il bagno nel fiume, sia fare piacevoli gite in barca. 

In alternativa, potrete andare a pesca o raggiungere il villaggio di Rusinovo in barca: lì potrete immergervi nell’atmosfera russa più autentica, simile a quella delle fiabe, e assaggiare il pane appena sfornato da un tipico forno russo.

Per maggiori informazioni su come organizzare il vostro viaggio a Plyos, cliccate qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie