Motori: A San Pietroburgo la prima mostra russa dedicata alla Ducati

Ufficio stampa
Per sei mesi il Museo Erarta espone modelli, bozzetti e testimonianze fotografiche per raccontare la storia della casa motociclistica italiana che ha segnato la storia

Arriva in Russia la prima esposizione dedicata alla Ducati. Ad accoglierla, il Museo Erarta di S. Pietroburgo. Dal 15 febbraio al 16 giugno 2019, lo stile e la passione italiani per l’alta velocità e le due ruote troveranno spazio nella sala espositiva della Venezia del Nord, per un viaggio nella storia, nei modelli e nella produzione di questo brand che ha fatto storia.

Partendo da un sogno nato a Bologna nel 1926 dall’ingegnere Antonio Cavalieri Ducati, la mostra ripercorre l’evoluzione dell’azienda familiare di Antonio e dei suoi tre figli, Adriano, Bruno e Marcello, attraverso schizzi, progetti di design, testimonianze fotografiche e video-racconti.

Ogni motocicletta Ducati è infatti il risultato di un complesso lavoro al quale partecipano straordinari progettisti e ingegneri. Per oltre mille giorni, i professionisti elaborano bozze, modelli e prototipi per dare vita a un vero e proprio capolavoro di ingegneria.

Oggi il marchio Ducati esporta e vende motociclette in oltre 26 paesi in tutto il mondo e ha collezionato un altissimo numero di premi nella storia delle corse motociclistiche. E se Italia e Stati Uniti rappresentano quasi il 50% del totale del fatturato, molti modelli vengono esportati anche in Francia e Giappone. 

Ora la mostra allestita a San Pietroburgo vuole rendere omaggio a questo autentico gioiello di design Made in Italy.

 

Per maggiori informazioni sulla mostra, cliccate qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie