Dieci domande sulla Siberia che non avete ancora avuto il coraggio di porre

Kirill Kukhmar/TASS
Quali sono i confini di questa regione? Davvero i siberiani sono tipi duri? Abbiamo risposto ad alcune delle curiosità più diffuse su un territorio estremo e affascinante

1/ La Siberia è un paese a parte? O una colonia russa?

No, non è né l’uno, né l’altro. La Siberia è una grande regione geografica della Russia e i residenti sono di nazionalità russa.
Questo territorio in epoca medievale era abitato perlopiù da popolazioni nomadi degli antichi stati dell’Asia centrale.

Si ritiene che lo sviluppo di questa regione sia iniziato nel 1581 e che sia proseguito fino al XIX secolo. In quel periodo i governatori di Mosca si lanciarono alla conquista di questo territorio, che soggiogarono, pretendendo il versamento di alcuni tributi. Tuttavia alcuni storici non condividono la teoria secondo la quale la crescita della Siberia sarebbe paragonabile a un processo di colonizzazione: l’adesione di questo popolo, di norma, è stata accompagnata da un processo di fusione con i russi.
I coloni provenienti dalla Russia fondarono le nuove città sull'ex territorio del Khanato siberiano già nel XVI e XVII secolo.

2/ Dove si trova la Siberia? Quali sono i suoi confini?

Geograficamente la Siberia si trova in Asia. Ma è talmente grande e sconfinata che nemmeno i russi sanno con precisione dove inizia e dove finisce.
I suoi confini sono ovviamente convenzionali, e si ritiene che la Siberia inizi dai Monti Urali e finisca nell’Oceano Artico. A Sud, questa regione è delimitata dalla Cina, dalla Mongolia e dal Kazakhstan.
Ecco come appare sulla mappa:
(cartina)

3/ Quanti paesi potrebbe contenere la Siberia?

La Siberia occupa un territorio di 5,1 milioni di km², ovvero circa il 30% dell’intero territorio russo. Un’area talmente grande che potrebbe contenere otto volte la Francia o 14 volte e mezzo la Germania. O 17 volte l’Italia.

4/ La Siberia è una terra abitata?

Gran parte della Siberia è coperta da montagne e taiga, foreste invalicabili rimaste intatte dall’intervento dell’uomo. Qui è possibile vivere solo se si nutre un forte desiderio di allontanarsi dalla civiltà.
Ma non tutta la Siberia è così: nelle località più abitate vivono circa 36 milioni di persone, ovvero il 25% della popolazione totale della Russia. In questa regione si contano 19 città con una popolazione superiore ai 100.000 abitanti e tre città con qualche milione di persone.

5/ Perché c’è gente che ha deciso di trasferirsi in Siberia?

I motivi sono i più vari. Per molti secoli la Siberia ha vissuto forti ondate migratorie. Nella prima metà del XIX secolo è iniziata la corsa all’oro della Siberia. Con l’abolizione della servitù della gleba, i contadini vennero trasferiti in Siberia per popolare questo territorio e sviluppare la regione.

Nel XX secolo poi è avvenuta l’industrializzazione della Siberia, seguita da ondate di persone che venivano trasferite per volere per Partito Comunista.
Questo territorio si porta addosso l’ombra delle persecuzioni e dell’esilio: durante il periodo staliniano prigionieri e dissidenti venivano deportati in Siberia e lì impiegati nella costruzione di infrastrutture e nelle miniere.

6/ Perché la Siberia è così fredda? Esiste l’estate in questa regione?

La Siberia è da sempre il simbolo di un clima rigido, con venti gelidi e candida neve. Non tutti però sanno che in molte zone della Siberia il clima è simile a quello della Russia occidentale, con inverni freddi (-20°С) ed estati calde (+25°С).
Le regioni con le temperature più estreme sono perlopiù nella parte orientale del paese, in Estremo oriente. Qui in inverno il termometro può segnare -80°С!

7/ È possibile vedere l'aurora boreale in Siberia?

Il Circolo polare artico attraversa una vasta area del paese. Quindi questo straordinario fenomeno naturale è visibile in vari punti, dalla Carelia alla Chukotka. In particolare, l'aurora boreale è visibile da alcune città della Siberia come Norilsk e nella penisola del Taimyr.

8/ La Siberia ha una capitale?

Il centro amministrativo del Distretto federale siberiano è Novosibirsk (3.365 km a est di Mosca). Ed è Novosibirsk a essere considerata la “capitale” della Siberia, anche se i residenti di città come Tomsk o Irkutsk non sempre si dicono d’accordo.

9/ Perché gli abitanti della Siberia vengono spesso chiamati “siberiani” e non più semplicemente “russi”?

Beh, anche gli abitanti di Londra si chiamano londinesi, no? Ciò non toglie che siano anche inglesi. Lo stesso vale per i cittadini della Siberia.
Bisogna poi tener presente che nei secoli si è sviluppata una mentalità un po’ diversa rispetto a quella di chi abita nella parte più europea del paese. Il “carattere siberiano” è caratterizzato da resistenza allo stress, resilienza, tenacia. Ecco perché spesso si fa questa ulteriore distinzione fra russi e siberiani.

10/ Davvero i siberiani sono tipi duri?

In parte sì, in parte no. I tempi cambiano, e al giorno d’oggi una persona della Siberia differisce di poco da un residente di San Pietroburgo. Volete sapere come riconoscere il siberiano tipico? Scopritelo qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie