In piena Siberia c’è un deserto di sabbia che in inverno si copre di neve

Sergej Dolya
Nessuno si aspetterebbe di incontrare dune e tempeste di sabbia nel cuore della Russia. Ma il Chara Sands smentisce ogni certezza: circondato dalla taiga selvaggia, da paludi e ruscelli, questo deserto è un vero "un miracolo della natura"

Trovare un deserto di sabbia in Siberia. Suona incredibile, vero? Eppure qui, a migliaia di chilometri dai deserti dell'Asia centrale, nella regione Transbaikal, si fanno spazio dune di 20 metri ondulate dal vento e tempeste di sabbia. Stiamo parlando del Chara Sands, l’incredibile deserto sabbioso della Siberia

In confronto a un comune deserto, qui mancano solo cammelli e scorpioni

Circondato da taiga, fiumi e paludi, il Chara Sands si estende su una superficie di 5x10 km

Paradossalmente, a pochi chilometri di distanza, svettano le montagne innevate di Kodar

Il deserto della Siberia si è formato più di 40.000 anni fa laddove un tempo esisteva un lago, poi prosciugatosi

In inverno il deserto si copre di neve! E le temperature possono arrivare a -50 °C!

Il deserto confina con due laghi: il lago Alyonka e il Tayozhnoye. Subito dopo iniziano le foreste

Per via dei venti, il deserto si sta lentamente spostando verso nord-est e verso la taiga

Questo inusuale deserto, raggiungibile dal villaggio di Chara, è un luogo molto frequentato dai turisti. Da Chara dovete camminare oppure guidare un’auto (su un sentiero accidentato) lungo la sponda sinistra del fiume Sredny Sakunan per circa 5 km, e attraversare il fiume a guado, e poi percorrere ancora pochi chilometri nel deserto. Non tentate di attraversare il fiume Sredny Sakunan a guado se non sapete come fare perchè è pericoloso. È meglio organizzare il viaggio in pullman: per una certa cifra è sicuramente possibile trovare un modo per essere traghettati attraverso il fiume e viceversa

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie